Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nipote di Mussolini contro proposta di istituzionalizzare ‘Bella Ciao’ 25 aprile

© Foto : Ufficio Stampa QuirinaleIl Presidente Sergio Mattarella in occasione della deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, nella ricorrenza della Liberazione
Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, nella ricorrenza della Liberazione - Sputnik Italia, 1920, 06.06.2021
Seguici su
‘Bella Ciao’ come inno istituzionale da riconoscere per legge, questa la proposta del Partito democratico, e degli altri partiti di sinistra. Ma c'è chi si oppone.
La nipote di Benito Mussolini, Rachele, è contraria alla richiesta della sinistra di riconoscere ufficialmente la canzone ‘Bella Ciao’ per il 25 aprile giorno della Liberazione d’Italia, e da intonare dopo l’inno nazionale.

“Come al solito penso che questi signori del Pd e chi gli va dietro, parlamentari di Italia Viva, Leu e gli altri, vivano su un altro pianeta, perché è evidente come i problemi siano altri piuttosto che farsi una ‘cantata’ e riconoscere l’ufficialità di ‘Bella Ciao’ che loro già intonano il 25 aprile”, ha detto Rachele Mussolini come riportato dall’Huffingtonpost.

Al Parlamento è stata depositata una proposta di legge, la numero 3035, per riconoscere il carattere istituzionale di ‘Bella Ciao’. Secondo le sinistre si tratterebbe di un inno frutto di espressione popolare frutto dei più alti valori alla base della nascita della Repubblica, riporta l’Adnkronos.
Ma se la nipote del duce che portò l’Italia nel baratro della guerra, afferma che dopo l’inno di Mameli spegnerà la televisione, l’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, dice che la resistenza non fu un fatto di parte, ma “un moto di popolo che coinvolte tutti coloro che non ritenevano più possibile vivere sotto una dittatura”.
La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, visita l'Istituto comprensivo Francesco Gesuè. - Sputnik Italia, 1920, 20.10.2020
Azzolina a favore del canto ‘Bella Ciao’: patrimonio culturale italiano
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала