Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fitch conferma il rating dell’Italia e il Pil al +4,8% nel 2021

© SputnikIl processo in corso presso il Tribunale di Trani nei confronti delle agenzie di rating, la Standard and Poors’ e la Fitch.
Il processo in corso presso il Tribunale di Trani nei confronti delle agenzie di rating, la Standard and Poors’ e la Fitch. - Sputnik Italia, 1920, 06.06.2021
Seguici su
Il Pil dell'Italia nel 2021 crescerà più di ogni altra previsione positiva, ad affermarlo l'agenzia di rating statunitense che conferma un outlook stabile per il nostro Paese.
L’agenzia di rating Fitch crede nell’Italia, seppur non promuova il rating sul debito italiano lasciandolo a un passo dal valore della spazzatura, lo conferma a BBB- con outlook stabile.
Per quanto riguarda il prodotto interno lordo (Pil) dell’Italia stimato per il 2021, viene visto in crescita del +4,8%. Un dato in linea con le stime del governo italiano, di Banca d’Italia e anche di Confindustria. Ma Fitch sembra essere più ottimista ancora, ed infatti rispetto alla precedente stima di dicembre 2020, ha innalzato il suo giudizio (era +4,5%).
Nel 2022 le stime sulla crescita del Pil sono un po' più basse, e collocate al +4,3% sufficiente per permettere all’Italia di recuperare in due anni quanto perduto nel 2020. Poi seguirà la ripresa dal 2023.

La durata del governo Draghi

Fitch si spinge anche sul terreno politico come solitamente fa, e nelle sue previsioni vede una potenziale durata del governo di Mario Draghi estesa fino a marzo 2023, ovvero fino alle prossime elezioni politiche.
In effetti questo dovrebbe essere l’orizzonte politico di questo governo a cui, chi lo ha voluto facendo cadere il Conte bis, ha affidato il compito di occuparsi delle riforme e del Recovery Plan.
Tuttavia pare che alcune forze politiche non solo non vogliano che sia Draghi a fare le riforme, ma lo vorrebbero fuori dai giochi nominandolo presidente della Repubblica ad inizio 2022. Ciò consentirebbe di andare ad elezioni probabilmente con un anno di anticipo. Ma è plausibile siano stati fatti i conti senza l’oste: Mario Draghi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала