Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Doppio intervento di neurochirurgia per la 18enne ligure grave dopo vaccinazione con AstraZeneca

© Foto : Pixabay/MarionbrunOperazione
Operazione - Sputnik Italia, 1920, 06.06.2021
Seguici su
La giovane aveva scelto di vaccinarsi contro il coronavirus in forma volontaria sfruttando l'open day organizzato dalla Regione Liguria per gli over 18 lo scorso 25 maggio.
Questo pomeriggio la ragazza 18enne di Sestri Levante ha subito il primo intervento di neurochirurgia all'ospedale San Martino di Genova per la rimozione del trombo. In serata i medici hanno di nuovo messo sotto i ferri la giovane per per ridurre la pressione intracranica a seguito dell'emorragia, segnala il sito Genova24.
La giovane aveva scelto di vaccinarsi contro il coronavirus in forma volontaria sfruttando l'open day organizzato dalla Regione Liguria per gli over 18 lo scorso 25 maggio.
Successivamente in data 3 giugno la giovane si è presentata al Pronto Soccorso con mal di testa e fotofobia, ma gli esami a cui è stata sottoposto, tac cerebrale ed esame neurologico, sono stati "entrambi negativi". Tuttavia proprio ieri le condizioni della ragazza sono peggiorate, con manifestazione di difficoltà motorie, e ritornata al Pronto Soccorso la tac cerebrale ha evidenziato un'emorragia.
Una volta confermata la diagnosi di trombosi, la ragazza è stata ricoverata d'urgenza al reparto di Neurochirurgia del San Martino. Da quanto trapelato le sue condizioni sono state giudicate gravi. I medici stanno cercando di capire cosa abbia potuto aggravare le condizioni di salute della giovane, tuttavia mancano ancora evidenze certe che possano mettere in relazione il malore con la vaccinazione. Ciononostante la direzione dell’ospedale ha attivato le previste procedure nell'ambito della prassi sulla farmacovigilanza verso Aifa.
"È da questa mattina che siamo in contatto continuo con il San Martino di Genova nostri medici ce la stanno mettendo tutta, stanno lavorando e sono tuttora in sala operatoria per salvare la vita della ragazza. Preghiamo per lei e per i suoi cari in queste ore di apprensione e dolore", ha detto il presidente della Liguria, Giovanni Toti, citato da sempre Genova24.

Trombosi e AstraZeneca: anche se raro c'è un nesso

In Italia e nel mondo non è la prima volta che si registrano casi di reazione grave avversa dopo la vaccinazione contro il Covid con il preparato della casa farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca. L'Ema ha successivamente ammesso l'esistenza di un nesso tra la coagulazione anomala del sangue e il vaccino di AstraZeneca, pur rilevando che i benefici dell'immunizzazione dal coronavirus con questo siero superano di gran lunga i rischi.
Proprio in Liguria lo scorso aprile era morta per trombosi una giovane insegnante 32enne che si era fatta vaccinare con il siero di AstraZeneca.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала