Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coprifuoco in zona gialla, da lunedì tutto cambia

© Foto : Evgeny UtkinLe persone a Milano dopo l'inizio della Fase 2 in Italia
Le persone a Milano dopo l'inizio della Fase 2 in Italia - Sputnik Italia, 1920, 06.06.2021
Seguici su
Il coprifuoco via via sta sparendo dall'Italia, le zone gialle lo dovranno sopportare fino al 21 giugno, ma le regioni in zona bianca se ne liberano da subito.
Le Regioni ancora in zona gialla da lunedì 7 giugno avranno un’ora di libertà in più, la ritirata serale è posticipata alla mezzanotte per chi la rispetta.
Sempre per le regioni che ancora saranno in zona gialla lunedì 21 giugno, verrà definitivamente abolito il coprifuoco ormai in vigore da ottobre dello scorso anno.
Per le Regioni che sono transitate o transiteranno in zona bianca, il coprifuoco non esiste. Da lunedì, quindi, dicono addio al coprifuoco anche l’Abruzzo, la Liguria, il Veneto e l’Umbria che approdano alla tanto desiderata zona a maggiore libertà di movimento.
Sono invece in zona bianca da una settimana la Sardegna, il Molise e il Friuli Venezia Giulia, promosse lo scorso 31 maggio.
Ricordiamo che per accedere alla zona bianca è necessario che una Regione o una Provincia autonoma presenti meno di 50 casi di positivi al coronavirus ogni 100 mila abitanti.

Il commento di Davide Faraone

Il politico Davide Faraone di Italia Viva, il partito che tanto ha desiderato la nascita del governo guidato da Mario Draghi, a proposito del coprifuoco in Italia su Twitter ha scritto:
“Da domani in altre tre regioni ci si sposterà senza limiti d’orario. Sempre domani coprifuoco a mezzanotte nelle restanti regioni. Il 21 giugno, sarà la data della caduta del coprifuoco, spero anche prima. Il paese riapre e riparte, inarrestabile e senza ritorno. Viva l’Italia.”

I prossimi passi

Come stabilito dall’ultimo decreto, l’Italia si avvia a tappe verso una ripresa delle attività. Dopo la riapertura dei ristoranti e delle pizzerie anche nei locali al chiuso e con 6 persone al tavolo anche se non appartenenti allo stesso nucleo familiare convivente, presto toccherà ai parchi tematici riaprire i battenti insieme a fiere ed eventi.
Sulle discoteche resta ancora un nodo da sciogliere, con queste ultime che hanno minacciato di riaprire anche senza l’autorizzazione del governo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала