Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Seid, suicida a 20 anni, che sognava il calcio. Ai funerali letto il suo j’accuse contro il razzismo

Seid Visin - Sputnik Italia, 1920, 05.06.2021
Seguici su
Ma la famiglia ha smentito che il giovane di origini etiopi, adottato quando aveva 7 anni, si sia tolto la vita perché vittima di razzismo. Seid aveva giocato nella giovanile del Milan, dove aveva conosciuto Donnarumma. "Era un ragazzo come me", ha detto oggi il portiere della Nazionale.
Seid Visin era arrivato a Nocera Inferiore, Salerno, quando aveva 7 anni. Aveva giocato nelle giovanili di calcio del Milan e del Benevento, prima di rientrare a Nocera per completare gli studi. Il suo suicidio è stato inizialmente attribuito a episodi di razzismo, smentiti dalla famiglia, per il duro atto di accusa lanciato dal giovane due anni fa, che l’'associazione "Mamme per la Pelle" ha pubblicato ieri sulla propria pagina Facebook.
Una lettera che è stata letta oggi durante il funerale a Nocera Inferiore, in cui Seid aveva scritto che “ovunque io vada, ovunque io sia, ovunque mi trovi sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti delle persone”.
Interpellato dall’Ansa, il papà adottivo, Walter Visin, ha precisato che il figlio “non si è ammazzato perché vittima di razzismo” e che la lettera “fu uno sfogo, era esasperato dal clima che si respirava in Italia”.

Ma nessun legame con il suo suicidio, basta speculazioni.

Donnarumma: "Era un amico, un ragazzo come me"
Sempre all’Ansa, il portiere della Nazionale di calcio, Gianluigi Donnarumma, ha raccontato di aver conosciuto Seid appena arrivato a Milano.

Vivevamo insieme in convitto, sono passati alcuni anni ma non posso e non voglio dimenticare quel suo sorriso incredibile, quella sua gioia di vivere. Era un amico, un ragazzo come me.

Marchisio: "L'Italia ha fallito"
Anche l’ex giocatore della Juventus, Claudio Marchisio, ha commentato la vicenda, sottolineando che un Paese che spinge un giovane ragazzo a fare un gesto così estremo è un Paese che ha fallito”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала