Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"La chiesa cattolica è ad un punto morto": il cardinale Marx presenta le dimissioni al Papa

© AFP 2021Il cardinale Reinhard Marx
Il cardinale Reinhard Marx - Sputnik Italia, 1920, 04.06.2021
Seguici su
L'ex presidente della Conferenza Episcopale tedesca ha chiesto al Papa le dimissioni dall'incarico di vescovo per "la catastrofe degli abusi sessuali" su minori che ha travolto la Chiesa Cattolica.
L'arcivescovo di Monaco e Frisinga, il cardinale Reinhard Marx, ha presentato le sue dimissioni da vescovo a Papa Francesco. Presidente della Conferenza Episcopale tedesca fino al 2020, monsignor Marx è uno dei cardinali più influenti della Germania. Le ragioni della sua scelta le ha scritte nero su bianco in una lettera al Pontefice: gli abusi sessuali su minori compiuti dagli uomini della Chiesa.
Nella lettera, datata il 21 maggio, Reinhard scrive al Papa di "accettare la sua rinuncia alla carica di arcivescovo di Monaco e Frisinga e di decidere sul suo ulteriore utilizzo".
L'annuncio, secondo quanto riporta la stampa tedesca, è stato fatto oggi dalla diocesi.

Il motivo delle dimissioni

La Chiesa cattolica è giunta a un "punto morto", ha scritto Marx nella missiva per Papa Francesco, parlando dei motivi della sua rinuncia.
"Per me si tratta di condividere la responsabilità per la catastrofe degli abusi sessuali da parte dei funzionari della chiesa negli ultimi decenni", così spiega il cardinale al Papa.
Con le dimissioni dall'ufficio Marx vuole "mostrare che il focus non è sull'ufficio, ma sulla missione del vangelo".
Il cardinale ha informato il Papa di aver più volte pensato di dimettersi dall'incarico negli ultimi mesi. "Gli eventi e le discussioni delle ultime settimane giocano solo un ruolo subordinato".

L'indagine

In estate verrà avviata un'indagine sui casi di abusi sessuali nell'arcidiocesi di Monaco e Frisinga, per stabilire principalmente, in che modo i sacerdoti hanno potuto compiere gli abusi sessuali su minori nella diocesi e se l'alto clero ha protetto i trasgressori.
Il cardinale Marx ha chiarito di essere pronto ad assumere la responsabilità personale, "non solo per i miei errori, ma per la Chiesa come istituzione, che ho contribuito a plasmare e plasmare per decenni".
Fino a quando dal Vaticano non arriverà una risposta alla richiesta di dimissioni, Marx continuerà ad esercitare il servizio episcopale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала