Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, primo caso di "fungo nero" in Messico: giovane ricoverato con sintomi

© Sputnik . Pavel L'vov / Vai alla galleria fotograficaUnità di terapia intensiva
Unità di terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 04.06.2021
Seguici su
Il fungo nero o mucormicosi è una rara patologia, che si è diffusa in India collateralmente alla pandemia di coronavirus, tra i guariti dal Covid-19. Il primo paziente con sintomi in Messico.
Un paziente di 34 anni è stato ricoverato in Messico con sintomi di mucormicosi. Il giovane, sofferente di diabete, solo un mese fa era guarito dal Covid-19. Alla fine di maggio, però, le sue condizioni di salute sono peggiorate, secondo quanto riferisce El Universal.
Il giovane, Gregorio Avendaño, presentava forti dolori di testa, emorragia dal naso e una paresi facciale al lato sinistro. Ricoverato nell'ospedale comunale i medici hanno ipotizzato una rara forma di fungo nero, con necrosi dell'occhio sinistro, del naso e del palato e disposto il trasferimento all'Ospedale Generale della Zona 71 nel comune di Chalco.
Adesso l'uomo lotta tra la vita e la morte e dovrà subire l'amputazione dell'occhio sinistro che si è coperto di una macchia nera. I medici temono che, per via della velocità con cui si è sviluppata la malattia, il fungo possa arrivare al cervello.
Медицинский работник проводит тест в Индии - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2021
Due stati indiani dichiarano un’epidemia di mucormicosi, il mortale fungo nero correlato al covid

Cos'è la mucormicosi

La mucormicosi è una complicanza causata da un'infezione fungina. Si contrae entrando a contatto con le spore fungine attraverso la pelle, con un taglio, un graffio o un'ustione, o direttamente con le spore fungine nell'ambiente. La malattia è pericolosa per i pazienti con diabete e immunità indebolita, specialmente quelli che si sono ripresi dal coronavirus.
Diversi casi di mucormicosi sono stati individuati nei sopravvissuti al COVID-19 per la prima volta il 9 maggio da medici nello stato indiano del Gujarat. Secondo i medici, la causa della malattia potrebbero essere gli steroidi usati per curare il COVID-19.
Il patogeno non si trasmette da persona a persona.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала