Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mascherina all'aperto, il sottosegretario Costa: "Stop da fine luglio"

© Sputnik . Evgeny UtkinDiverse mascherine
Diverse mascherine - Sputnik Italia, 1920, 03.06.2021
Seguici su
Giugno sarà il mese della svolta: via all'obbligo di mascherine all'aperto, riapertura delle discoteche e limite di quattro persone ai tavoli per bar e ristoranti. Ecco cosa ha detto il sottosegretario alla Salute.
In occasione della Festa della Repubblica il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ha parlato della ripartenza dell'Italia augurandosi che il "2 giugno di quest’anno sia il punto di svolta per la ripresa e la rinascita del Paese, come lo fu quello del 1946 nel superare gli orrori del fascismo e del nazismo, della guerra".
Il sottosegretario di Noi con l'Italia si è soffermato sui temi che più fanno discutere governo e regioni: obbligo di mascherine, vaccini, riapertura discoteche e limite di quattro posti a sedere per bar e ristoranti.
Ha constatato che la campagna di vaccinazione cammina speditamente con quasi 36 milioni di dosi di vaccino. Numeri che fanno sperare che "con questo ritmo supereremo tra giugno e luglio i 70 milioni, molti dei quali con monodose".
"Per questo giugno sarà un mese di svolta. Mantenendo questo trend entro fine luglio si arriverà a poter togliere le mascherine all'aperto", ha affermato Costa.

In discoteca senza ballare

Sul fronte della riapertura delle discoteche Costa ritiene che "non possiamo permetterci di approcciare il problema come lo scorso anno", riferendosi alla riapertura dei locali senza però riaprire le piste da ballo.
"Dobbiamo essere coerenti e seri, le discoteche vanno riaperte per poter andare a ballare e socializzare", sottolinea. Piuttosto "se si aprono le discoteche, non bisogna tener conto di restrizioni sul distanziamento, il criterio dovrà essere quello di monitorare e tracciare chi entra".
Sull'obbligo di mascherine ritiene che "bisogna ragionarci" ma al momento sembra "prematuro toglierle. Il Cts sta comunque esaminando un protocollo", ha spiegato.

Limite di quattro persone ai tavoli

Il limite dei 4 posti a sedere per i ristoranti all'aperto in zona bianca va tolto, mentre al chiuso servono allentamenti graduali delle restrizioni.
"Dobbiamo dare assolutamente delle prospettive ai cittadini e bisogna considerare in maniera diversa le zona gialle da quelle bianche. Almeno per i ristoranti all'aperto in zona bianca si arrivi a togliere il vincolo del limite massimo di quattro persone al tavolo: sarebbe un primo segnale di distensione. Per i locali al chiuso credo si possa anche prevedere una restrizione iniziale, ci può stare purché sia graduale", ha specificato il sottosegretario di Stato alla Salute.

Tavolo tecnico

Il nodo del limite dei quattro posti non è ancora stato sciolto e prosegue le polemica fra ministero della Salute e regioni, che chiedono il superamento della norma per il locali in zona bianca. Oggi è previsto un tavolo tecnico per trovare una soluzione, fa sapere l'agenzia Ansa, citando fonti di governo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала