Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’allarme: i bambini sono i più colpiti dalla pandemia, a rischio catastrofe generazionale

© FotoKidsRights Index 2021
KidsRights Index 2021 - Sputnik Italia, 1920, 03.06.2021
Seguici su
Secondo la ong KidsRights che pubblica l’indice sul rispetto dei diritti dei minori: l’Italia è 13esima. Al primo posto Islanda, Svizzera e Finlandia.
La pandemia di coronavirus ha avuto un impatto devastante sui bambini, “coloro che sono stati colpiti più duramente” se si escludono le vittime del Covid-19. È l’allarme lanciato dalla KidsRights Foundation che pubblica la nona classifica mondiale sul rispetto dei diritti del bambino in 182 Paesi nel mondo.
Secondo la ong si rischia una vera “catastrofe generazionale” se i governi non interverranno in particolare per ripristinare l’accesso all’istruzione che per milioni di bambini significa anche un pasto garantito.
Secondo il fondatore della ong Marc Dullaert, le ripercussioni di lungo termine “per la salute” mentale e fisica “delle future generazioni” si manifesteranno in futuro ma i governi devono agire adesso per evitare una crisi ancora più grave.
L’indice evidenzia l’impatto della pandemia sui bambini e sui loro diritti con particolare attenzione alla violenza, alle vaccinazioni non Covid, l’istruzione e la salute mentale.

L’impatto sull’istruzione

Secondo lo studio, “le scuole sono rimaste chiuse e inaccessibili per oltre 168 milioni di bambini per l’intero anno”.
Si tratta di situazioni che riguardano anche Paesi sviluppati come l’Olanda.
In 71 Paesi meno della metà della popolazione ha accesso a Internet, percentuale che scende sotto il 25% nei Paesi africani e dell’Asia meridionale. Un bambino su tre non ha avuto accesso alle lezioni a distanza.

Aumento della violenza domestica

Il report sottolinea inoltre un aumento dei casi di violenza domestica e abusi durante i periodi di lockdown.
Un aumento dei matrimoni che coinvolgono giovanissimi e delle violenze sessuali in alcuni Paesi sono la cartina tornasole di queste violazioni.
Secondo la ong Plan International tra il 2020 e il 2030 ci saranno 13 milioni in più di matrimoni che coinvolgono bambini.

Salute mentale e benessere

Secondo KidsRights 142 milioni di bambini non hanno accesso alla protezione sociale e vivono in povertà.
Il mancato accesso alla scuola include anche l’impossibilità di sfruttare le mense scolastiche che a volte sono l’unica fonte di nutrizione per i bambini.
Inoltre, la chiusura delle scuole ha avuto “effetti devastanti” sulla salute mentale dei minori, con la mancanza delle amicizie e della frequentazione dei coetanei.

La classifica in cifre

L’indice è composto in base al rispetto della Convenzione Onu sui diritti del bambino: il diritto alla vita, il diritto alla salute, il diritto all’istruzione, il diritto alla protezione e un ambiente per lo sviluppo di questi diritti.
Si basa sull’analisi di 182 Paesi in tutto il mondo.
Il Continente africano si piazza al primo posto per la costruzione di un ambiente adatto al rispetto dei diritti dei minori.
Austria e Ungheria perdono posizioni per la discriminazione dei minori. In particolare Budapest scende dal 97esimo al 144esimo posto per la discriminazione dei bambini di etnia rom.
Il Paraguay sale di 66 posizioni con il 45% di riduzione della mortalità da parto.
Nuova Zelanda (168esimo), Australia (135esimo) e Regno Unito (169esimo) hanno bassi ranking per quanto riguarda le necessità di alcune fasce di minori.
Prime sono Islanda, Finlandia e Svizzera.
L’Italia è 13esima nell’indice internazionale.
Nelle prime 10 posizioni, nove Paesi sono europei (Islanda, Svizzera, Finlandia, Svezia, Olanda, Germania, Slovenia, Francia, Danimarca), la decina è la Thailandia.
La Russia è 85esima, la Cina 105esima, gli Stati uniti non sono inclusi.
Ultime Sierra Leone, Afghanistan e Ciad.
L’indice di quest’anno inserisce per la prima volta la Palestina che si piazza 104esima.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала