Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coldiretti: triplicato numero di coperti col servizio al chiuso, caos delle tavolate

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone in un ristorante a Milano, Italia
Le persone in un ristorante a Milano, Italia - Sputnik Italia, 1920, 02.06.2021
Seguici su
Con la riapertura del servizio al chiuso circa 360mila bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi italiani hanno triplicato le possibilità di posto a sedere per i loro clienti. Tuttavia ora è caos per le tradizionali tavolate a causa del limite di 4 persone a tavolo.
Con la ripartenza del servizio al tavolo e al bancone nei locali con servizio al chiuso, i coperti in Italia raggiungono i 7 milioni. Lo afferma un'analisi di Coldiretti sugli effetti delle riaperture nella Festa della Repubblica e di fronte alle incertezze sull’entrata in vigore del limite dei 4 posti a sedere nelle regioni bianche o gialle.
"Il limite dei posti a tavola è una misura di sicurezza che ha ripercussioni sul bisogno di convivialità degli italiani dopo mesi di lockdown e pesa però anche sugli incassi della ristorazione dopo la perdita di 41 miliardi nell’anno della pandemia Covid" ha affermato Coldiretti.
L'obbligo di distanziamento tra i tavoli riduce drasticamente gli spazi disponibili per il servizio e separa le tradizionali tavolate.

Mezzo milione di posti a sedere negli agriturismi

Coldiretti precisa che con la riapertura del servizio all'interno tutte le attività a base di ristorazione e i bar hanno potuto offrire più posti a tavola. Tra questi anche gli agriturismi.
"Con la riapertura del servizio all’interno salgono a circa mezzo milione i posti a sedere a tavola in agriturismo che rappresenta una delle mete piu’ gettonate della Festa del 2 giugno. Una misura attesa dai 24mila agriturismi italiani che, peraltro, spesso situati in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse i luoghi più sicuri dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza" ha dichiarato Coldiretti.
Coldiretti ha poi sottolineato come, in vista delle riaperture, gli agriturismi si siano preparati non solo con ottime cucine tradizionali ma anche con programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking e attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici.
"Molte aziende agrituristiche si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper" ha continuato Coldiretti.

Vacanze in campagna per un italiano su 5

Secondo l’indagine Coldiretti/Notosondaggi sui cittadini che hanno deciso la destinazione delle ferie, un italiano su 5 (17%) ha scelto di trascorrere le vacanze estive 2021 in campagna, facendo diventare quest'ultima la seconda meta preferita dopo il mare.
La speranza adesso è la ripresa estiva della domanda interna sia accompagnata dal ritorno grazie al green pass vaccinale degli ospiti stranieri.
"L’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza Made in Italy post covid perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità nelle campagne italiane per garantire il rispetto delle distanze sociali ed evitare l’affollamento" ha affermato il presidente di Terranostra Diego Scaramuzza.
Люди завтракают на открытой веранде бара в Риме - Sputnik Italia, 1920, 02.06.2021
Covid, regioni chiedono revisione del limite dei 4 posti al tavolo nei bar e ristoranti
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала