Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Altri 45 giorni di carcere per Zaki in Egitto. Vola la petizione per la cittadinanza

© Foto : Facebook / Patrick Libero - الحرية لباتريك چورچPatrick George Zaki, ricercatore presso l'Università di Bologna
Patrick George Zaki, ricercatore presso l'Università di Bologna - Sputnik Italia, 1920, 02.06.2021
Seguici su
Lo studente egiziano dell’Università Alma Mater di Bologna resta in carcere e monta la protesta della politica.
Patrick Zaki resterà in carcere altri 45 giorni. La sua detenzione è stata prolungata nel corso dell’udienza che si è svolta ieri ma la notizia è stata resa nota dalla Procura egiziana soltanto oggi.
Si tratta dell’ennesimo rinnovo del periodo in carcere dello studente dell’Università Alma mater di Bologna che è accusato anche di pubblicazione di notizie false su Facebook e del tentativo di rovesciare il governo del presidente egiziano Abdel Fatah al Sisi.
Secondo la legale di Zaki, Hoda Nasrallah, all’udienza di ieri non hanno potuto assistere né la madre né i diplomatici.

Monta la protesta

Sui social il mondo della politica italiana e l’attivismo insorge dopo la conferma del prolungamento della detenzione di Patrick Zaki.
"Altri 45 giorni di carcerazione preventiva per Patrick Zaki. Una inaccettabile ingiustizia che viene prolungata da mesi senza alcuna ragione. Continuiamo a batterci per la sua libertà”, ha scritto su Twitter il presidente della commissione Esteri della Camera dei deputati, Piero Fassino.
Anche la deputata Pd e presidente del Comitato per i diritti umani nel mondo Laura Boldrini si è espressa: “Quanto durerà ancora questa violazione dei diritti umani? Il tempo delle parole è finito. Il nostro Paese sia coerente e dia un segnale chiaro. L'Egitto è il primo importatore di armi italiane: fermiamo il commercio!”.
"C'è da chiedersi ancora una volta cosa intenda fare il Governo italiano di fronte a questa persecuzione ormai evidente nei confronti dello studente dell'Università di Bologna”, si domanda Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia che su Twitter in un video poi ricorda che il 16 giugno Zaki passerà il suo compleanno in carcere.

La petizione per la cittadinanza vola anche in Europa

E mentre dal Cairo giunge la notizia dei 45 giorni ulteriori di carcere per lo studente egiziano, la petizione per concedere la cittadinanza italiana a Zaki vola sia in Italia che in Europa.
Lanciata a gennaio dalla community Station to Station e 6000 Sardine su Change.org ad oggi si contano oltre 264mila firme, di cui circa 56mila da Spagna, Francia, Germania e Regno Unito.
Per la cittadinanza si è schierato anche il gruppo dei deputati Pd.
E anche la parlamentare Monica Cirinnà ha annunciato su Twitter la prossima richiesta al capo dello Stato Sergio Mattarella per concedere a Zaki la cittadinanza italiana.
I firmatari chiedono che ''tutte le nazioni europee, che continuano a fare affari di ogni genere con l'Egitto, mandino un segnale molto forte spingendo per il conferimento della cittadinanza italiana a Patrick.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала