Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Varianti Covid, nomi dalle lettere greche per prevenire stigmatizzazione

© REUTERS / Rachel WisniewskiПредставители азиатского сообщества в США участвуют в акции против расизма
Представители азиатского сообщества в США участвуют в акции против расизма - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Annunciato dall'OMS per sostituire in nomi "accusatori" delle varianti più preoccupanti in circolazione.
Le varianti di coronavirus dovranno essere intitolate con le lettere dell'alfabeto greco invece del luogo dove sono state rinvenute per la prima volta, ha annunciato l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il tutto volto a evitare la stigmatizzazione.
L'OMS ha nominato quattro varianti di particolare preoccupazione, conosciute dal pubblico come varianti inglese/Kent (B.1.1.7), sudafricana (B.1.351), brasiliana (P.1) e indiana (B.1.617.2). Ora verranno date loro, rispettivamente, le lettere Alpha, Beta, Gamma e Delta, per riflettere anche il loro ordine di rilevamento, con eventuali nuove varianti che seguiranno l'ordine lungo l'alfabeto greco.
La decisione di utilizzare questo sistema di denominazione è arrivata dopo mesi di discussioni con esperti che hanno preso in considerazione una serie di altre possibilità, come i nomi degli dei greci, come ha riferito il batteriologo Mark Pallen a The Guardian.
La bandiera del Vietnam - Sputnik Italia, 1920, 29.05.2021
Covid, Vietnam scopre nuovo ibrido della variante indiana e britannica
Le lettere greche non andranno tuttavia a sostituire i nomi scientifici (composti da numeri, lettere romane e punteggiatura), ma servono principalmente per semplificare la dicitura comune e distinguere più chiaramente le varianti, evitando lo stigma e la discriminazione dei nomi legati ai luoghi di rilevamento.
"Per evitare questo e semplificare le comunicazioni pubbliche, l'OMS incoraggia le autorità nazionali, i media e altri ad adottare queste nuove etichette", ha dichiarato l'OMS.
Storicamente, le malattie spesso hanno preso il nome dai luoghi dai quali si pensava si fossero sviluppate, come il virus Ebola, che prende il nome dal fiume Congolese. Tuttavia, tali associazioni possono essere dannose per quei luoghi e sono spesso imprecise, come nel caso dell'"influenza spagnola" del 1918, le cui origini sono tuttora sconosciute.
All'inizio di questo mese, il governo indiano ha ordinato alle piattaforme social di abbattere i contenuti che facevano riferimento alla "variante indiana".
I crimini d'odio anti-asiatici sono aumentati a causa della pandemia e delle associazioni tra il Covid e il sito della sua prima epidemia a Wuhan, in Cina. I gruppi anti-estremisti USA hanno detto che un aumento degli attacchi contro gli asiatici-americani è in parte dovuto a Donald Trump, che ha definito il Covid-19 come "il virus cinese".

L'epidemiologa dell'OMS Maria Van Kerkhove ha sottolineato, citata da The Guardian, il bisogno di adottare nuovi nomi per le varianti: "Nessun paese dovrebbe essere stigmatizzato per rilevare e segnalare varianti".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала