Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Targa presidente Repubblica Azeglio Ciampi a Roma, non una scalfittura, proprio un errore

© Foto : Francesco Ammendola / Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della RepubblicaIl Presidente Sergio Mattarella alla cerimonia di intitolazione di “Largo Carlo Azeglio Ciampi: Presidente della Repubblica (1920-2016)"
Il Presidente Sergio Mattarella alla cerimonia di intitolazione di “Largo Carlo Azeglio Ciampi: Presidente della Repubblica (1920-2016) - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Il nome del compianto presidente della Repubblica emerito, Azeglio Ciampi, è stato mal scritto di una targa che lo commemora. I social ironizzano sull'errore.
Questa mattina a Roma è stato intitolato un Largo all’ex presidente della Repubblica italiana, Carlo Azeglio Ciampi, ma chi ha realizzato la targa ha sbagliato uno dei cognomi del compianto presidente, scrivendo “Azelio” anziché “Azeglio”. Una “g” di meno che durante le ore in cui veniva celebrata la cerimonia, era stata fatta passare per una scheggiatura.
A Largo Carlo Azeglio Ciampi, c’erano il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la sindaca di Roma uscente Virginia Raggi, la presidente del Senato Casellati e altre personalità del mondo della politica.
La targa, scolpita sul travertino, è stata collocata su di un Largo che costeggia il lungotevere Aventino a Roma.
Il nuovo toponimo scolpito sulla roccia era coperto da un drappo con i colori del Comune di Roma, durante la cerimonia non è stato scoperto.
La sindaca Raggi, ha affermato che lei è stata avvisata questa mattina dell’errore ed ha subito chiesto di realizzare una nuova targa. La sindaca di Roma ha anche comunicato che la nuova targa con il nome corretto del presidente della Repubblica emerito è stata già collocata al suo posto.

Il commento di Roberto Calderoli

Sulla vicenda della targa sbagliata è intervenuto anche Roberto Calderoli, che sui social ha scritto con ironia:
“Prima riescono a sbagliare il nome inciso sulla lapide dell’ex presidente Carlo Azeglio Ciampi, perdendosi per strada una ‘G’, poi spiegano che la lapide si è scheggiata e bisogna rimandare la cerimonia commemorativa, rimandando indietro le tre più alte cariche dello Stato, il presidente della Repubblica e quelli del Senato e della Camera”.
E prosegue: “Povera città di Roma, povera Capitale, questa è la degna conclusione del quinquennio della giunta Raggi”.
Infine Calderoli ricorda Fantozzi: “Spiace per il compianto Ciampi che non meritava che il suo nome e la sua memoria finissero loro malgrado in questa vicenda, che mi ricorda la trasposizione nella realtà della mitologica sequenza cinematografica di Fantozzi del varo della nave da parte della Contessa Mazzanti Serbelloni Vien dal Mare…”

I social ironizzano, anche loro

Tanto è bastato ai burloni dei social per prendere in giro la sindaca per l’errore commesso da chi ha realizzato il toponimo.
“E fortuna che non hanno scritto Azejo!” si ironizza.
L'occasione è stata colta in modo propizio e a scopo di propaganda politica, dal candidato sindaco del Pd, Roberto Gualtieri.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала