Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per uno studioso ci sono prove che la torre di Babele è stata restaurata al tempo della Bibbia

© Foto : Public Domain Torre di Babele
Torre di Babele - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Indicando in Nabucodonosor II come l'uomo che sarebbe riuscito a completare la leggendaria torre, Meyer ha anche indicato un'antica stele che proverebbe questa impresa.
Sebbene la Torre di Babele sia spesso considerata come un mito per spiegare la diversità linguistica, Tom Meyer, professore di studi biblici allo Shasta Bible College, afferma che sia esistita davvero. Lo riporta il 'Daily Express'.
"Quando la crème de la crème della comunità internazionale indossava abiti di lino fine, dai colori color porpora e scarlatto, e profumava di cannella e incenso, la più ambita meta turistica era la ricostruita Torre di Babele a Babilonia", ha scritto il giornale.
"Tutti erano eccitati dalle intriganti notizie secondo cui i lavori alla Torre di Babele - fermati e poi ricominciati (da Hammurabi che regnò dal 1792 al 1750 a.C.) solo per essere interrotti di nuovo per 1.200 anni - fossero stati completati dal famoso costruttore, Nabucodonosor II, re di Babilonia (dal 605 al 562 a.C.)".
Notando come il manuale della Bibbia di Halley apparentemente collochi i fatti della Torre di Babele circa 325 anni prima dell'arrivo di Abramo in Terra Santa, cioè intorno al 2.000 a.C., lo studioso ha sostenuto che "questa è la famosa torre menzionata nel Libro della Genesi e terminata da Nabucodonosor", teoria per cui ci sono "prove archeologiche che potrebbero confermarla".
Secondo Meyer la prova in questione è una stele presente nella Collezione Schoyen, che reca un intaglio della favolosa torre "che mostra le proporzioni relative dei sette stadi della struttura a ziggurat".
"L'iscrizione della stele riporta un vanto molto simile a quello fatto dai costruttori originali nel racconto della Genesi. Nabucodonosor si vantava: 'L'ho resa la meraviglia del mondo... Ho costruito la sua struttura con bitume e mattoni cotti. L'ho completata elevando la sua cima al cielo, facendola risplendere come il sole'", ha osservato.
Lo studioso ha inoltre insistito sul fatto che "gli studiosi che hanno pubblicato la stele della Torre di Babele sostengono che Nabucodonosor abbia effettivamente restaurato l'originale".
Il giornale sottolinea, tuttavia, che questa versione è "fortemente contestata" dagli storici, che generalmente indicano Etemenanki - una ziggurat dedicata a Marduk che si trovava nella città di Babilonia e le cui rovine si trovano nell'odierno Iraq - come fonte d'ispirazione della storia biblica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала