Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nestlé riconosce che la maggior parte dei suoi prodotti non è salutare

© AFP 2021 / Fabrice CoffriniNestlè
Nestlè - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Oltre il 60% degli alimenti e delle bevande prodotti dall'azienda Nestlé non raggiunge la qualifica necessaria per essere riconosciuto sano. Lo si apprende da un documento interno condiviso dal 'Financial Times'.
Il rapporto, presumibilmente distribuito tra i vertici del colosso alimentare, indica che solo il 37% dei prodotti è riuscito a ottenere 3,5 punti su un massimo di 5 in un sistema di valutazione australiano.
Secondo i dati dell'azienda il 99% di dolci e gelati non può essere considerato sano.
Va notato che il documento esclude categorie come alimenti per l'infanzia (Gerber) e animali domestici (Purina), caffè (Nescafé, Nespresso, Starbucks) e alimentazione medica.
Gli alimenti più dannosi di Nestlé sono le pizze DiGiorno con carne e Hot Pocket con salame, che contengono rispettivamente fino al 40% e al 48% dell'assunzione giornaliera raccomandata di sale.
Quanto alla bevanda meno salutare, è la soda San Pellegrino all'arancia, che contiene 7,1 grammi di zucchero per 100 millilitri. L'82% delle acque e il 60% dei latticini prodotti da Nestlé possono invece essere considerati sani.
L'azienda afferma di aver ridotto gli zuccheri e il sale nei suoi prodotti del 15% negli ultimi sette anni, ma ammette che "il suo portafoglio è ancora al di sotto delle definizioni esterne di salute in uno scenario in cui la pressione normativa e le richieste dei consumatori sono alle stelle".
L'azienda riferisce inoltre di star lavorando a un progetto che l'aiuterebbe ad aggiornare la sua strategia nutrizionale e sanitaria per soddisfare le esigenze dei suoi clienti e rendere i suoi prodotti più sani.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала