Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Morto sul lavoro schiacciato da un muletto in provincia di Pordenone. 309 vittime da inizio anno

© Foto : Twitter / @subkarthikeyanL'elicottero ambulanza a Reading Park
L'elicottero ambulanza a Reading Park - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Una nuova morte bianca, che si aggiunge alla scia sempre più impressionante di morti sul lavoro da inizio 2021.
Aveva 38 anni l’operaio rimasto schiacciato sotto il muletto sul quale stava lavorando nell’azienda Anoxidall di San Vito al Tagliamento, Pordenone, di cui era dipendente.
Per cause ancora da accertare, l’uomo, originario della città di Fiume Veneto, era alla guida del muletto quando il mezzo si è ribaltato schiacciandolo.
A nulla è valso l’arrivo dell’ambulanza e anche dell’elisoccorso, l’uomo è morto all’ospedale del paese per le ferite riportate. Lascia una moglie e due figli piccoli.
Sono intervenuti anche i Carabinieri di San Vito al Tagliamento che, su ordine della Procura di Pordenone, hanno posto sotto sequestro il muletto e l’area dell’incidente.
Da inizio anno quella di oggi è la 309a vittima sul lavoro. Un anno orribilis per la quantità di morti bianche che si susseguono senza sosta. La riapertura delle attività commerciali non appare, quindi, andare di pari passo con la riattivazione delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare quelli più rischiosi per l’incolumità di chi vi lavora.

Scioccato il sindaco di San Vito al Tagliamento

Il sindaco di San Vito al Tagliamento, Antonio Di Bisceglie, è stato tra i primi ad accorrere in azienda appresa la notizia e si è detto “scioccato e senza parole” per quanto accaduto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала