Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Danimarca medita di reintrodurre i sieri anti-Covid di AstraZeneca e J&J

© REUTERS / Hannibal HanschkeIl vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Dopo aver aperto la strada all'eliminazione dei preparati immunizzanti di AstraZeneca e Johnson & Johnson dal suo programma di vaccinazione, la Danimarca sembra avere dei ripensamenti sullo sfondo dei ritardi per la somministrazione dei vaccini alla popolazione.
Il governo danese ha esortato l'autorità sanitaria nazionale a riconsiderare la bocciatura dei due sieri anti-Covid per mantenere la campagna di vaccinazione nei tempi previsti, ha riferito TV2.
Appena poche settimane fa la Danimarca era diventata il primo Paese al mondo a rinunciare al vaccino di AstraZeneca e poco dopo al siero di Johnson & Johnson. Questa scelta è maturata per le preoccupazioni sugli effetti collaterali gravi e potenzialmente letali, seppur rari, della coagulazione del sangue e dell'emorragia in presenza di una bassa conta piastrinica. Le autorità sanitarie non solo hanno sottolineato gli effetti collaterali e le preoccupazioni associate, ma hanno affermato che l'epidemia era sotto controllo e hanno sostenuto che bastavano le forniture degli altri vaccini approvati: Pfizer/BioNtech e Moderna.
Tuttavia le autorità danesi hanno successivamente incontrato difficoltà nell'assicurare le spedizioni di vaccini sostitutivi Moderna dagli Stati Uniti, mettendo a rischio il piano di vaccinare l'intera popolazione entro settembre.
Vakcína Oxford/AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
In Norvegia personale sanitario riluttante alla seconda dose di vaccino dopo stop ad AstraZeneca
Escludendo il vaccino Johnson & Johnson, che da solo rappresenta circa un terzo delle forniture contrattuali totali della Danimarca dei sieri anti-Covid, il programma di vaccinazione nazionale ha subito ritardi fino a quattro settimane, ha avvertito l'autorità sanitaria.
Secondo il ministro della Salute Magnus Heunicke, in questo contesto il governo ha chiesto di rivedere la decisione sul rifiuto dei vaccini di AstraZeneca e J&J.
L'autorità sanitaria danese ha escluso AstraZeneca dal programma di vaccinazione nazionale a metà aprile, mentre successivamente ha fatto lo stesso con Johnson & Johnson all'inizio di maggio. Tuttavia, il 20 maggio, le restrizioni sono state allentate ed è stata consentita la somministrazione volontaria dei suddetti vaccini.
Finora, la Danimarca ha vaccinato il 21% dei suoi 5,8 milioni di abitanti.
Al momento ci sono opinioni discordanti all'interno della comunità scientifica sui rischi e benefici di alcuni vaccini anti-Covid. Mentre l'Istituto nazionale norvegese di sanità pubblica (FHI) ha concluso alla fine di aprile che il rischio di morire dopo la somministrazione di AstraZeneca è maggiore rispetto a quello di ammalarsi e morire per Covid, uno studio congiunto danese-norvegese alla fine di maggio ha concluso che i benefici della vaccinazione con AstraZeneca superano i rischi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала