Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Justice League" UE dà il benvenuto alla Procura europea contro la corruzione

© AFP 2021 / Kenzo TribouillardProcuratore capo europeo della Procura europea (EPPO) Laura Codruta Kovesi
Procuratore capo europeo della Procura europea (EPPO) Laura Codruta Kovesi  - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Una nuova procura dell'UE ha iniziato a lavorare martedì, in tempo per gettare un controllo legale su centinaia di miliardi di euro di spesa per il recupero Covid che stanno per essere distribuiti in tutto il blocco.
La Procura europea (EPPO) con sede a Lussemburgo, un gruppo indipendente guidato da una capo della lotta alla corruzione rumena, Laura Codruta Kovesi, ha il compito di reprimere l'uso fraudolento dei fondi comunitari.

Kovesi ha definito, citata da France 24, il lancio dell'EPPO "un momento storico" e ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è la criminalità economica e finanziaria. Questa è, senza dubbio, la minaccia più comune per qualsiasi società democratica".

La sua squadra avrebbe dovuto iniziare alla fine dello scorso anno, ma un ritardo nei 22 Stati membri dell'UE partecipanti che nominano i procuratori all'organismo ha rimandato il lancio. Slovenia e Finlandia devono ancora designare i propri funzionari.
La Commissione europea ha dichiarato in un comunicato che con questa istituzione si apre un nuovo capitolo nella lotta alla criminalità tra i paesi del blocco. Questo ufficio è l'ultima aggiunta alla "Justice League" in erba dell'UE, una costellazione di organismi transnazionali volti a rafforzare la legge e l'ordine in tutta Europa.
L'istituzione più nota è la Corte di Giustizia europea, con sede anch'essa a Lussemburgo. Ma ci sono anche Eurojust, uno hub per le autorità nazionali dell'UE per cooperare nella lotta contro la criminalità transfrontaliera, Europol, l'agenzia comune per l'applicazione della legge, e l'OLAF, l'Ufficio europeo per la Lotta Antifrode, le cui indagini su frodi e corruzione che coinvolgono fondi dell'UE alimentano i fascicoli dei casi EPPO.
La Commissione europea ha sottolineato che il nuovo ufficio "rafforzerà la protezione del bilancio dell'UE. Osserverà l'implementazione di NextGenerationEU con un occhio di falco per assicurarsi che i fondi raggiungano la nostra economia e i nostri cittadini".
Il piano NextGenerationEU da 750 miliardi di euro, concordato nel luglio 2020, è un pacchetto senza precedenti di sovvenzioni e prestiti per aiutare i paesi dell'UE a riprendersi dalla doppia recessione causata dalla pandemia di coronavirus. Si prevede che i soldi inizieranno a fluire a luglio, dopo che martedì i funzionari hanno detto che tutti i 27 Stati membri hanno approvato il sistema, consentendo alla Commissione europea di attingere ai mercati dei capitali da questo mese per finanziare le spese.
Il fondo storico per la prima volta ha creato una riserva di debito comune, condivisa tra i membri dell'UE, per ridurre i costi di indebitamento per i membri più deboli. Stati dell'UE "frugali" come i Paesi Bassi e l'Austria hanno promesso di tenerla d'occhio per prevenire frodi e sprechi.
La struttura centrale dell'EPPO è composta da 15 camere permanenti in cui i 22 procuratori e Kovesi prenderanno decisioni in circa 3.000 casi all'anno. Inoltre, potrà invitare 140 procuratori stanziati in tutta l'UE a utilizzare le loro lingue, metodi e tecnologie.
"Siamo un unico ufficio che opera sotto 22 diversi regimi procedurali penali. Questo non è mai stato tentato prima", ha detto Kovesi.
Danimarca, Irlanda, Ungheria, Polonia e Svezia hanno scelto di non partecipare all'EPPO al momento del lancio, ma la Commissione ha affermato che Stoccolma intende aderire l'anno prossimo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала