Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Amministrative, oggi il vertice del centrodestra per decidere i candidati a Roma e Milano

© AFP 2021 / Tiziana FabiSilvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini
Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 01.06.2021
Seguici su
Appuntamento alle 18 per scegliere i nomi dei candidati per il Campidoglio e Palazzo Marino. Pd nel caos in Calabria dove si è ritirato il candidato Dem Nicola Irto.
Di sicuro, per ora, c’è solo che il centrodestra si presenterà unito in tutte le città e le regioni interessate dal voto. Qualcosa di più sul nome dei candidati per alcune tra le sfide più importanti, quelle per Roma e Milano, si saprà dopo il vertice di oggi alle 18 al quale parteciperanno Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Antonio Tajani e i delegati di Cambiamo, Ncl e Udc.

La corsa per il Campidoglio

Almeno un nome potrebbe essere annunciato già stasera e, come anticipa Il Giornale, potrebbe essere quello del candidato per la corsa al Campidoglio. Il favorito, al momento, sembra essere l’avvocato amministrativista, Enrico Michetti.
Un via libera alla sua candidatura sarebbe una vittoria per la leader di Fratelli d’Italia, che in un’intervista al Corriere oggi ribadisce come “il nervosismo della sinistra” sul suo nome sia indicativo.
“Evidentemente si rendono conto che è più attrezzato dei loro numerosi e divisi candidati. Lui – ha spiegato la Meloni - è quello che i sindaci chiamano per risolvere i problemi dei sindaci. Come in Pulp Fiction, è il Mr Wolf dei sindaci, con però anche un gran carico di empatia”.
E pazienza se per ora si tratta di un volto poco noto. “Una volta che uno si candida, la notorietà si conquista in due mesi”, assicura il senatore di Fdi Ignazio La Russa, citato dal Giornale. Per Roma c’è in ballo anche il nome di Simonetta Matone, sostituto procuratore generale presso la Corte d’Appello di Roma, ex pm al Tribunale dei minori e già capo di gabinetto del ministro Mara Carfagna.

I nomi per Milano

Più ampia la rosa dei possibili candidati per Milano, dove il leader leghista chiede ulteriore tempo per trovare la quadra. Difficile, quindi, che si possa arrivare ad un accordo nel vertice di stasera.
In lizza rimangono il prof della Bocconi, Maurizio Dallocchio, la presidente di Ferderfarma Lombardia, Annarosa Racca, il presidente dell'American Chamber Simone Crolla e quello dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti.
Irremovibile Guido Bertolaso, che avrebbe declinato l’offerta del centrodestra di correre per Palazzo Marino. Ma il rebus candidature non riguarda soltanto Lega, FdI e Forza Italia.

Terremoto nel Pd in Calabria

Anche il centrosinistra è in crisi in Calabria, dove ieri Nicola Irto ha annunciato che ritirerà la propria candidatura. “Per mesi ho lavorato al mio programma di governo per cambiare la Calabria, coinvolgendo giovani, società civile, imprenditori, mondo universitario. Adesso, però, ho dovuto prendere atto che non ci sono le condizioni per andare avanti e l'ho scritto ad Enrico Letta”, ha fatto sapere via social il candidato alla presidenza della regione.
Alla base della scelta dell’architetto, già consigliere Dem, ci sarebbe la "balcanizzazione" del partito e il fallimento del tentativo di mettere insieme, attorno al suo nome, una coalizione con Articolo uno, M5S, Sardine e mondo delle associazioni. Letta sta lavorando ad una soluzione, confermando la fiducia nell’esponente locale del partito.
Ma il problema, come sottolinea Repubblica, non è circoscritto soltanto alla Calabria. Si tratta dell’intera strategia del partito, accusato di rincorrere Sardine e grillini, che viene messa in discussione da molti big. Trovare un compromesso toccherà all’ex ministro e responsabile del partito per gli enti locali Francesco Boccia, incaricato dal segretario Dem di cercare una soluzione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала