Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tempio romano di 2.000 anni rinvenuto ad Ascalona – è il più grande in Israele - Video, Foto

Erode Il Grande - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Seguici su
I resti di un magnifico tempio romano, il più grande in Israele, sono stati scoperti ad Ascalona (Ashkelon), poco a nord della Striscia di Gaza, in uno scavo condotto dall’Autorità Archelogica di Israele (IAA) per un progetto di sviluppo del Parco Nazionale locale e sarà presto accessibile al pubblico, hanno annunciato le autorità del Paese.
Per la verità, la struttura, situata a pochi metri dalle rive del mare, era stata scoperta negli anni ’20 dall'archeologo britannico John Garstang che guidò una spedizione per conto del Palestinian Exploration Fund, ma poi coprì i resti scoperti per continuare a preservarli, ha spiegato la dott.ssa Rachel Bar Nathan, diretttrice degli scavi dell'IAA insieme a Saar Ganor e Federico Kobryn.
L'area non era poi stata più trattata per quasi un secolo, fino quando dei lavori erano ripresi tra il 2008-2012 e poi nel 2016-2018, quando l'Ente per la Natura e i Parchi ha deciso di valorizzare la zona e recuperare il prezioso bene archeologico.
Durante i lavori è stato scoperto anche un piccolo teatro, un odeon, poco lontano dal tempio.
“Garstang aveva già calcolato le dimensioni dell'edificio, e vedendo i resti delle colonne di marmo, realizzate con materiali importati dall'Asia Minore, aveva suggerito che il tempio risalisse al tempo di Erode il Grande, poiché lo storico Giuseppe Flavio descrisse come in quella zona questi avesse fatto costruire una sala colonnata e altre importanti strutture", ha detto Bar Nathan.
L’edificio pubblico era suddiviso in tre sezioni, una sala principale e due parti laterali. Secondo gli archeologi, la sala principale era circondata da massicce colonne di marmo alte fino a 13 metri e ornata di capitelli elaborati, con ricchi adorni e in alcuni casi un'aquila, simbolo romano.
Basilica e complesso Odeon - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Basilica e complesso Odeon

Il regno di Erode

Nominato dai romani re di Giudea nella seconda metà del I secolo a.C., Erode il Grande, noto ai cristiani per la descrizione che ne fa Matteo nel suo Vangelo e per la ‘Strage degli Innocenti’, storicamente fu effettivamente un tiranno sanguinario. Tuttavia, forse proprio per soddisfare la propria megalomania, fu anche un grande costruttore.
A Gerusalemme fece costruire un ippodromo, un anfiteatro e, soprattutto fu l’artefice della terza ricostruzione del Tempio, nonostante non fosse di religione ebraica.
Palazzi, fortezze, ricostruzione di città in rovina, centri portuali e, appunto templi e arene, non solo in tutta la Giudea, che egli amministrava per conto di Roma, ma anche in altre città al di fuori di questa.
"Il nostro progetto è iniziato nel 2016", ha detto Bar Nathan. "Dopo aver riportato alla luce il tempio ci siamo resi conto che, mentre la struttura originale risaliva al tempo di Erode, come pensava Garstang, gli elementi più grandiosi, i marmi, le colonne, furono aggiunti più tardi, intorno al II-III secolo d.C., il tempo dello stile dell'imperatore Settimio Severo".
Sono state trovate, oltre a preziose monete dell'epoca, anche diverse sculture in marmo massiccio dell'era di Severo, alcune delle quali raffiguranti divinità pagane, tra cui Iside – un’altra divinità egizia chiamata Tyche, la dea della fortuna della città - e Nike, la dea della vittoria.
Un terremoto distrusse Ascalona e il tempio nel 363 d.C., quando era già stato trasformato in basilica romana. I suoi resti sarebbero stati poi riutilizzati nei periodi abbaside e fatimide - VIII-XII secolo d.C. - per costruire installazioni produttive nell'area.
Un'operazione per preservare e restaurare il complesso, compresi la basilica e il teatro, è attualmente in corso da parte dell'IAA.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала