Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Intelligence danese ha aiutato la NSA statunitense a spiare i leader europei - Süddeutsche Zeitung

© AP Photo / Charles DharapakSede National Security Agency (NSA)
Sede National Security Agency (NSA) - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Seguici su
Lo scandalo della NSA è iniziato nel 2013 quando i media tedeschi hanno pubblicato le rivelazioni dell'ex agente della CIA Edward Snowden. Da allora, si è scoperto che l'intelligence USA aveva seguito migliaia di obiettivi in Europa per molti anni, compresi cittadini tedeschi e persino telefonate della cancelliera Angela Merkel.
L'agenzia di intelligence danese ha aiutato l'Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti (NSA) a spiare i politici europei nel 2013, tra cui la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente Frank-Walter Steinmeier, ha riferito domenica il quotidiano Süddeutsche Zeitung.
Secondo il rapporto, anche se lo scandalo delle intercettazioni è scoppiato nel 2013, i giornalisti hanno acquisito solo di recente l'accesso a rapporti che rivelano il sostegno del Servizio di intelligence della difesa danese (Forsvarets Efterretningstjeneste, o FE) alla NSA. Secondo quanto riferito, lo stretto partner e vicino della Germania ha aiutato e incoraggiato gli sforzi di intercettazione degli Stati Uniti contro la cancelliera e il presidente.
Tra coloro che furono presi di mira dalle misure di intercettazione c'era anche Peer Steinbruck, il candidato cancelliere del partito socialista di centro-sinistra tedesco (SPD) all'epoca.
Parlando con i membri tedeschi del team di ricerca, Steinbruck ha riferito, pur riconoscendo che le agenzie di intelligence funzionanti sono vitali per gli stati occidentali, che il fatto che le autorità danesi abbiano spiato i loro alleati ha dimostrato "che stanno piuttosto facendo le cose da sole".
Inoltre, Merkel e Steinmeier hanno entrambi negato di avere "alcuna consapevolezza" delle operazioni di spionaggio condotte da alti funzionari danesi.
Angela Merkel e Barack Obama - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2015
Scandalo spionaggio USA-Germania, governo in bilico: SPD dà ultimatum alla Merkel
Secondo quanto riportato dai media europei, una stazione situata vicino a Copenaghen è stata fornita dai servizi segreti danesi per le intercettazioni USA. Nel 2015, il governo danese aveva appreso del ruolo dei servizi segreti del loro paese nello scandalo della NSA, secondo i rapporti.
In seguito alle rivelazioni dell'ex dipendente NSA e informatore Edward Snowden, hanno iniziato a raccogliere informazioni sulla collaborazione della FE con la NSA tra il 2012 e il 2014 nel rapporto confidenziale Dunhammer, ha riferito il canale tedesco NDR. Le prove acquisite hanno dimostrato che la FE aveva aiutato la NSA a spiare i principali politici in Svezia, Norvegia, Paesi Bassi e Francia, così come in Germania.
Secondo i media, l'intelligence danese ha anche aiutato l'agenzia statunitense di spionaggio a raccogliere informazioni sui ministeri degli Esteri e delle Finanze danesi, nonché su un produttore danese di armi. Inoltre, la FE ha anche collaborato con la NSA per operazioni di spionaggio contro lo stesso governo degli Stati Uniti.
Alla fine, il governo danese ha costretto l'intera leadership del FE a dimettersi nel 2020 dopo aver scoperto la portata della cooperazione di intelligence tra i due paesi.
Elezioni in Francia - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2020
Il vizietto degli Yankee, ficcare il naso nelle elezioni altrui
Edward Snowden è diventato famoso in tutto il mondo nel giugno 2013 per aver avvertito delle pratiche illegali di intercettazione della NSA, che hanno riguardato non solo cittadini stranieri e figure politiche, ma anche milioni di americani.
L'agenzia di intelligence ha preso di mira molti politici di paesi considerati partner degli Stati Uniti, causando gravi danni all'immagine internazionale di Washington.
Le autorità americane inizialmente negarono tali pratiche, ma sotto la pressione dei media e dell'opinione pubblica ammisero che tale sorveglianza era stata effettuata ed era autorizzata da organismi governativi. Di conseguenza, nel settembre 2020, un tribunale federale degli Stati Uniti ha stabilito che il programma di sorveglianza di massa era illegale.
Dopo le sue enormi rivelazioni, Snowden scappò dagli Stati Uniti a Hong Kong e poi in Russia, dove rimase bloccato in un aeroporto di Mosca per più di un mese mentre gli Stati Uniti tentavano di estradarlo per affrontare un'accusa penale di spionaggio.
Nell'estate 2014, Snowden è stato rifugiato in Russia e ha acquisito un permesso di soggiorno di tre anni, che è stato successivamente esteso e sostituito con uno permanente. Lo scorso novembre, l'avvocato russo di Snowden ha indicato che il 37enne, diventato genitore a dicembre, voleva diventare cittadino russo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала