Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Funivia Mottarone, rivelazioni di un dipendente: Tadini voleva chiudere l'impianto

© AFP 2021 / Vigili del Fuoco Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Seguici su
Le dichiarazioni potrebbero ribaltare la decisione dei giorni scorsi del gip e costituire importante prova di analisi per le indagini tutt'ora in corso.
Nell'ordinanza del gip sul caso della tragedia della funivia Stresa-Mottarone è riportata la testimonianza di Fabrizio Coppi, uno dei dipendenti dell'impianto, sentito tra martedì e mercoledì dal Pubblico Ministero Olimpia Bossi.
“Ho personalmente capito in più occasioni che il signor Tadini aveva riferito al direttore d'esercizio e al gestore dell’impianto di ogni avaria o anomalia riscontrata, e che fosse necessario fermare l’impianto", le parole di Coppi. "Ma nonostante questo, le volontà di Perocchio e Nerini erano quelle di proseguire, rimandando l'eventuale riparazione dell’anomalia [...] a quando per esempio la funivia si sarebbe fermata per la chiusura stagionale".
Coppi ha riferito anche si aver sentito Tadini discutere più volte con Nerini e Perocchio proprio sulla chiusura dell'impianto, alla quale i due erano fermamente contrari.
Questa testimonianza coincide fortemente con la versione fornita da Tadini, portando il gip a decidere una nuova esaminazione dei fatti con annessa la testimonianza di tutti i dipendenti. Tadini è al momento agli arresti domiciliari con l'accusa di aver manomesso il sistema di frenata di sicurezza della funivia, mentre Nerini e Perocchio sono stati rilasciati alla luce della mancanza di prove gravi sufficienti a indagarli ulteriormente.
“Lavoro presso la funivia da circa due anni e nell'arco di questo tempo posso affermare che sono successe diverse anomalie che avrebbero dovuto portare alla chiusura dell’impianto", ha continuato Coppi.
"Tra queste, soprattutto nell’ultimo periodo, anche un problema al sistema di frenata e alla centralina idraulica della cabina numero 3", la cabina coinvolta nell'incidente della settimana scorsa.
Nonostante i vari interventi di manutenzione negli anni, stando alle parole di Coppi, si trattava di un problema ricorrente che aveva portato Tadini a richiedere, appunto, la sospensione dell'impianto per una riparazione completa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала