Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Antitrust, BAT e influencer sotto tiro per pubblicità occulta

© Foto : British American TobaccoDispositivo per il tabacco riscaldato Glo Hyper
Dispositivo per il tabacco riscaldato Glo Hyper - Sputnik Italia, 1920, 31.05.2021
Seguici su
Non è vietato fare pubblicità, ma è necessario rispettare le normative previste: se non si indica chiaramente che si tratta di prodotti sponsorizzati, si pratica pubblicità occulta.
Avviata una nuova istruttoria da parte dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti della società British American Tobacco Italia S.p.A e degli influencer Cecilia Rodriguez, Stefano Sala e Stefano De Martino per la sponsorizzazione occultata sui social del dispositivo per tabacco riscaldato Glo Hyper della BAT, come è stato riferito questa mattina dalla stessa AGCM in un comunicato.
"L'esortazione di De Martino, Rodriguez e Sala appare volta a moltiplicare su Instagram i post che rinviano al marchio Glo Hyper, in modo da promuovere la visibilità del dispositivo, coerentemente al rapporto commerciale che lega gli influencer al titolare del marchio. L'effetto pubblicitario ottenuto dai professionisti non è tuttavia riconoscibile nella sua natura commerciale perché non sono presenti avvertenze grafiche o testuali che consentano di identificarne la finalità promozionale", si legge nel comunicato.
In parole più semplici, nonostante sia quasi una prassi che gli influencer pubblicizzino i prodotti dei loro sponsor, devono sempre esplicitarlo. Nel caso di De Martino, Sala e Rodriguez, invece, gli influencer hanno mancato di rendere noto che si trattasse di una pubblicità per prodotti sponsorizzati, rendendolo un caso di effettiva pubblicità occulta.
Airbus A319-111della compagnia Easyjet - Sputnik Italia, 1920, 11.05.2021
Antitrust, Easyjet dovrà pagare 2,8 milioni di euro per pratica commerciale scorretta
In più casi l'AGCM ha ribadito che "la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile", stabilendo il divieto generale di pubblicità occulta per tutti i tipi di comunicazione, includendo così anche gli influencer.

"L'intervento si inserisce nell'ambito di un filone di indagine che, seguendo le evoluzioni delle tecniche di marketing adottate sui social media, punta a colpire le comunicazioni apparentemente neutrali e disinteressate ma in realtà strumentali a promuovere un prodotto e, come tali, in grado di influenzare le scelte del consumatore", continua il comunicato.

Un caso simile era avvenuto qualche tempo fa, coinvolgendo la compagnia aerea Alitalia, la casa di moda Alberta Ferretti e un gruppo di influencer quali Chiara Ferragni, Alessia Marcuzzi, Martina Colombari e Federica Fontana.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала