Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Valanga di primavera in Valpelline uccide un scialpinista italiano

© AFP 2021 / ZEITUNGSFOTO.AT / APAValanga
Valanga - Sputnik Italia, 1920, 30.05.2021
Seguici su
Valanga in Valle d'Aosta travolge ed uccide un escursionista domenicale. I soccorsi giunti sul posto non hanno potuto fare altro che estrarre il corpo.
Ridiscendeva con la compagna verso valle quando uno scialpinista italiano, di cui non si conoscono le generalità, è stato travolto da una valanga in Valpelline a quota 2.700 metri e a non molta distanza dal rifugio Nacamuli al Col Collon.
Il distacco della valanga, seppur di modesta entità, ha sommerso l’uomo per il quale non c’è stato nulla da fare. La compagna impegnata con lui nell’escursione ha provato ad estrarlo, ma quando si è resa conto di non potercela fare da sola è ridiscesa a valle per chiedere aiuto.
Il Soccorso alpino valdostano e la Guardia di finanza del comparto alpino si sono recati sul posto dopo avere ricevuto la chiamata di emergenza alle ore 15.45, riporta l’Aosta Sera. Giunti sul posto hanno estratto il corpo dello scialpinista ormai privo di vita.
Probabilmente ad aver provocato la slavina il caldo di questi giorni che ha reso instabile la massa di neve che ancora è presente a quelle quote. Le relativamente elevate temperature ad alta quota possono generare slavine, una situazione non più escludibile quando si pianifica una escursione, anche se il percorso è ritenuto essere sicuro. Il cambiamento climatico in alta quota si rende manifesto anche in questo modo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала