Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Salvini: "No a patto anti-Meloni con Berlusconi"

© AP Photo / Andrew MedichiniMatteo Salvini
Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 30.05.2021
Seguici su
''I miei avversari politici sono a sinistra'', ha assicurato il leader della Lega ospite alla trasmissione 'Stasera Italia'.
Salvini rassicura gli elettori del centrodestra: no a un patto con Berlusconi per arginare l'ascesa di Giorgia Meloni.
"No, no, il mio competitor non è nella famiglia del centrodestra: i miei avversari politici sono a sinistra'', ha detto.
Il leader della Lega ha confermato di aver recentemente parlato col Cavaliere ma di altre questioni.
''Ho sentito al telefono Berlusconi perché volevo sapere se stava bene, visto che sui giornali si leggeva di tutto e di più, ma anche per parlare di lavoro ed economia - perché è ancora uno dei più grandi e illuminati imprenditori italiani - ma non per lasciare fuori nessuno'', ha assicurato Salvini.
Infine un altro messaggio di distensione rivolto al centrodestra.
''Alle prossime elezioni io chiederò la fiducia agli italiani non contro Berlusconi, Meloni o Brugnaro... I miei avversari politici sono a sinistra'', ha dichiarato.
Salvini ha parlato anche a favore della proposta di un gruppo unico di centrodestra a Bruxelles, perché penso "che semplificare la politica sia in Italia che in Europa sia un dovere''. Per suffragare questa ipotesi, ha chiamato in causa la crescente popolarità di Marine Le Pen in Francia.
"Dobbiamo unirci per risolvere i problemi: parliamo di temi veri, dell'Unione Europea (quella vera), del lavoro, della famiglia... Il Covid ci ha insegnato che bisogna perdere meno tempo a dare etichette e giudizi, a litigare, basta con sta roba dei sovranisti e dei populisti, sono etichette che piacciono a qualche giornalista...'', ha dichiarato, rigettando l'etichetta di sovranista che lo accompagna da tempo.
Salvini non si è fatto inoltre mancare una frecciata a Letta, che "probabilmente si è accorto che dopo tre mesi passati a insultare me e la Lega, non ha fatto un buon servizio né all'Italia, né al governo, né al suo partito", chiamando in causa i sondaggi in cui il PD scende e la Lega e Fratelli d'Italia salgono.
Infine un endorsement per Mario Draghi al Quirinale , dal momento che "quando i giornalisti mi chiedono se Draghi è all'altezza di fare il presidente della Repubblica, io dico 'certamente sì'".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала