Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ricercatori identificano modo per prevenire un nuovo disastro a Chernobyl

© AFP 2021 / VOLODYMYR SHUVAYEV Costruzione del nuovo arco protettivo per la centrale di Chernobyl
Costruzione del nuovo arco protettivo per la centrale di Chernobyl - Sputnik Italia, 1920, 30.05.2021
Seguici su
I ricercatori dell'università di Sheffield hanno indicato un modo per prevenire un nuovo disastro a Chernobyl, scrive il portale Business Insider.
I ricercatori guidati dall'esperta di trattamento delle scorie nucleari Claire Corkhill hanno cercato di scoprire il motivo della comparsa di nuove reazioni nucleari nella centrale di Chernobyl ed hanno inoltre proposto un modo per prevenire questi processi pericolosi. Hanno simulato in condizioni di laboratorio la situazione verificatasi dopo l'incidente del 26 aprile 1986. A seguito di una serie di esplosioni, è scoppiato un incendio nel reattore. La temperatura interna è aumentata bruscamente e le barre di combustibile di uranio si sono fuse insieme al rivestimento di zirconio, alle parti del reattore (acciaio, cemento) e alla sabbia gettata nel reattore per spegnere il rogo.
Dopo il disastro il reattore è stato coperto da un sarcofago in cemento, rivelatosi non sigillato lasciando cadere acqua piovana all'interno. Il nuovo rivestimento, costruito nel 2016, ha impedito all'acqua di penetrare nella centrale nucleare. Tuttavia questo ha reso la massa fusa nel reattore troppo secca. Secondo gli scienziati, ciò potrebbe anche creare le condizioni per la ripresa delle reazioni nucleari.
La Corkhill è convinto che la centrale nucleare di Chernobyl abbia bisogno di un "mezzo aureo" in cui ci sia abbastanza umidità nel reattore per mantenere stabile la fusione. Allo stesso tempo, gli esperti hanno chiarito che questa è ancora solo un'ipotesi: sono necessari studi più dettagliati.
Corkhill ha suggerito di inviare robot nella stanza 305/2, dove sono state rilevate reazioni nucleari, e di perforare il materiale fuso per installare cilindri di boro per assorbire i neutroni in eccesso.
"Il grande ostacolo qui è che la massa fusa è molto dura", ha detto.
La scienziata spera che la massa fusa ottenuta in condizioni di laboratorio aiuti a creare un tale robot in grado di realizzare i suoi piani. Gli scienziati ritengono che il tempo non stringa troppo al momento. Forse il combustibile nucleare smetterà di bruciare da solo. Se non accadesse, passerebbero diversi anni prima che il numero di neutroni raggiunga un livello critico, hanno concluso gli esperti.
In precedenza sulla rivista Science, è apparso un articolo in cui gli scienziati mettevano in guardia della ripresa delle reazioni nucleari in uno dei locali della centrale nucleare di Chernobyl. Gli esperti dell'Istituto di Kiev per i problemi di sicurezza delle centrali nucleari non hanno escluso che questi processi avrebbero potuto innescare un rilascio di energia. Il chimico nucleare Neil Hyatt ha sottolineato che questa minaccia non può essere ignorata.
Misurazione delle radiazioni a Chernobyl - Sputnik Italia, 1920, 12.05.2021
Scienziati ucraini rassicurano: le reazioni nucleari a Chernobyl non superano limiti consentiti
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала