Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Google ammette raccolta illegale di dati sulla posizione degli utenti

Google Neon - Sputnik Italia, 1920, 30.05.2021
Seguici su
Messa in discussione la politica sulla privacy del gigante tecnologico, che ribatte puntando il dito contro il concorrente Apple per lo stesso motivo.
I dipendenti di Google sapevano che l'azienda rendesse più difficile per gli utenti di smartphone cercare impostazioni sulla privacy in modo da ottenere informazioni sulla loro posizione. Lo ha riferito Business Insider con riferimento ai materiali raccolti per un processo penale.
L'anno scorso, l'ufficio del procuratore generale dell'Arizona ha promosso una causa contro Google, accusando la società di raccogliere illegalmente dati dagli utenti. Secondo i media, la società ha continuato a ricevere informazioni di geolocalizzazione anche quando la funzione nel telefono veniva disabilitata.
Google ha anche costretto i produttori a "nascondere" le impostazioni sulla privacy agli utenti "attraverso distorsioni attive e/o occultamento di fatti".
Secondo i documenti, la società utilizza una varietà di metodi per raccogliere i dati sulla posizione, tra cui Wi-Fi e persino app di terze parti non correlate a Google.

"Forse è così che Apple ci batterà", ha detto uno dei dipendenti dell'azienda, aggiungendo che anche Apple "più probabilmente" consente alle persone di utilizzare app e servizi basati sulla posizione senza però condividere tali informazioni.

Il portavoce di Google Jose Castaneda ha detto in un commento a The Verge che il procuratore generale dell'Arizona, Mark Brnovich, e i concorrenti coinvolti nella causa "hanno lottato per le ingiuste accuse contro i nostri servizi".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала