Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccinazioni Covid, dal 3 giugno via alla campagna di massa senza fascia d’età

© Foto : Palazzo ChigiIl Presidente Draghi e la moglie Maria Serenella Cappello si sono contro il Covid-19 con il vaccino AstraZeneca a Roma
Il Presidente Draghi e la moglie Maria Serenella Cappello si sono contro il Covid-19 con il vaccino AstraZeneca a Roma - Sputnik Italia, 1920, 29.05.2021
Seguici su
Al via la campagna di massa, viene meno la fascia di età, tutti possono registrarsi sulle piattaforme regionali. Presto anche i 12-15 anni.
Lo aveva annunciato nei giorni scorsi il generale Francesco Figliuolo, Commissario straordinario all’emergenza sanitaria e responsabile della campagna vaccinale Covid-19, dal prossimo 3 giugno partirà la fase più avanzata, in cui chiunque potrà prenotarsi senza più vincoli legati alla fascia d’età.
Dal 3 giugno, quindi, ufficialmente partirà la campagna di massa che coinvolgerà il resto delle italiane e degli italiani che ancora non hanno potuto prenotare il vaccino contro il coronavirus.
Dallo stesso giorno partiranno anche i centri vaccinali aziendali, qui le somministrazioni saranno rivolte in particolare agli operai che lavorano all’interno delle aziende.
E mentre si attende che l’Aifa dia la sua approvazione al vaccino Pfizer per la fascia di età 12 – 15 anni, dopo l’approvazione data dall’Ema, le Regioni italiane sono passate alla vaccinazione dei maturandi che dal prossimo mese si presenteranno in classe per sostenere l’esame di maturità. L’obiettivo è quello di coprire quanti più alunni possibile, per evitare focolai Covid-19 durante gli esami di stato.

Quando potranno essere vaccinati i 12 – 15 anni?

Per quanto riguarda l’apertura alle vaccinazioni della fascia di età 12 – 15 anni, il generale Figliuolo ha spiegato che la somministrazione dello Pfizer per loro non avrà un canale diverso:
“Avevo già inserito gli adolescenti nel Piano presentato a marzo”, ha riferito.
Si tratta di una ulteriore cospicua porzione della popolazione italiana, che conta ben 2,3 milioni di giovani adolescenti che potranno proteggersi contro Sars-CoV-2. Questi riceveranno Pfizer.
Anche se non è previsto un canale preferenziale, le Regioni hanno autonomia. Ciò vuol dire che potranno prevedere forme di organizzazione diverse per loro. Ad esempio potrebbero decidere di far vaccinare i 12-15 anni presso i pediatri, le farmacie o i medici di famiglia.
Alessio D'Amato assessore sanità regione Lazio - Sputnik Italia, 1920, 22.05.2021
Covid Italia, Lazio a Figliuolo: "100mila dosi per compensare quelle ai non residenti"
Ma dato che Pfizer è particolarmente delicato da trattare (richiede la conservazione a -79°C) è presumibile che riceveranno la dose presso uno dei principali hub già attivi da tempo.
Ad ogni modo, l’obiettivo di Figliuolo è vaccinarli prima dell’inizio del prossimo anno scolastico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала