Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Funivia del Mottarone, interrogato Tadini conferma: forchettone freni l’ho messo anche altre volte

© AP Photo / Italian PolicePiemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 29.05.2021
Seguici su
Tadini, capo servizio della funivia del Mottarone, conferma la versione dei fatti e le sue responsabilità davanti al gip. Ora si attendono gli interrogatori degli altri due fermati.
Sono iniziati gli interrogatori di convalida presso il carcere di Verbania. Il primo ad essere ascoltato è stato il capo servizio Gabriele Tadini, che davanti al gip ha confermato di avere messo lui il forchettone che ha disabilitato il freno di emergenza, ed ha confermato di averlo fatto anche altre volte. Lo riporta La Repubblica.
Tuttavia, Tadini ci ha tenuto a precisare: “Non sono un delinquente. Non avrei mai fatto salire persone se avessi pensato che la fune si spezzasse”.
Il legale, ai giornalisti ha detto che si è trattato di “un interrogatorio profondo”, con il suo assistito che ha “risposto in maniera compiuta a diverse domande del giudice”.
L’avvocato spera che con questa confessione piena il suo assistito possa ottenere gli arresti domiciliari. Sono quattro giorni che non mangia e non dorme, ha detto ancora l’avvocato di Tadini ai giornalisti.
Al termine dell’interrogatorio di Tadini, durato 3 ore, si attende ora l’esito degli interrogatori di convalida del gestore dell’impianto Luigi Nerini, ed il direttore dell’esercizio l’ingegnere Enrico Perocchio.
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 28.05.2021
Strage Mottarone, il manovratore: "Tutta colpa mia, prego e faccio i conti con Dio"

Una tragedia evitabile

La morte di 14 persone e il ferimento grave dell’unico sopravvissuto a bordo della cabina 3 della funivia del Mottarone, secondo la tesi della procura di Verbania, è dovuta a motivi economici.
Tuttavia durante il loro interrogatorio Nerini e Perocchi potrebbero negare di aver saputo dell’uso dei forchettoni per bloccare i freni, e potrebbero negare anche altre responsabilità dirette o indirette fatte nei giorni precedenti.
Per la Procura Perini non poteva non sapere in qualità di gestore, e Tadini dalla sua scelta non ne poteva trarre alcun vantaggio.

Minuto di silenzio in Piemonte

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha invitato la popolazione ad osservare un minuto di silenzio alle ore 12 di domenica 30 maggio.
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 27.05.2021
Strage Mottarone, migliorano le condizioni di Eitan: è cosciente e parla con la zia
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала