Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Bassetti: "Immunità di gregge? Non rincorriamo una chimera. Concentriamoci sui più fragili"

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 29.05.2021
Seguici su
In un'intervista rilasciata ad Adnkronos Salute, il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova invita a non fissarsi sul raggiungimento dell'immunità di gregge e a cambiare prospettiva sul coronavirus.
Mentre tutti i virologi - o quasi - si propongono il raggiungimento dell'immunità di gregge, si leva come sempre fuori dal coro la voce di Matteo Bassetti.
"Secondo me il problema è che, in generale, pensando all'immunità di gregge come unico traguardo stiamo rincorrendo una chimera, qualcosa che probabilmente non ci serve. Con il coronavirus Sars-CoV-2 dobbiamo ragionare in maniera diversa", il suo invito.
Bassetti ha spiegato che "immunità di gregge vuol dire raggiungere quella percentuale di copertura affinché il virus circoli meno o non circoli più. Si è parlato di un 65-70%". Per il professore invece "con questo virus dobbiamo cambiare modo di ragionare, usare un'ottica diversa dall'immunità di gregge o di popolo. Intanto da altri Paesi abbiamo visto come i benefici della vaccinazione si possano raggiungere anche prima. Poi c'è da capire la differenza con altri virus".
Più che a immunizzare la maggioranza della popolazione, secondo Bassetti dobbiamo concentrarci su "alcune categorie, come gli ultrasessantenni e i fragili, e in queste dobbiamo tendere a una copertura al 100%, o almeno al 95%, perché coprirle al 70% sarebbe un fallimento e sarebbe dunque un errore pensare all'immunità di gregge per loro, perché avremmo lasciato scoperto un terzo di questi soggetti e ci ritroveremmo con un fronte debole in autunno".
Per gli under 65 invece basterebbe una copertura per almeno il 60-65%, ottenibile con la vaccinazione a tappeto.
Infine il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova ha invitato a considerare la situazione da un punto di vista globale: tenendo conto che l'immunità di gregge planetaria è impossibile, ha ribadito la necessità di concentrarsi sulla copertura della parte di popolazione più a rischio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала