Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scienziati creano la più grande mappa mai vista della misteriosa materia oscura

© SputnikLa volta celeste
La volta celeste - Sputnik Italia, 1920, 28.05.2021
Seguici su
I ricercatori sono convinti che la materia oscura abbia svolto un ruolo cruciale nell'evoluzione dell'universo e si pensa che rappresenti fino all'80% della sua massa. Eppure i fisici non sanno ancora in cosa consista e non l'hanno rilevato, poiché la materia oscura non riflette, emette o assorbe la luce.
Un gruppo internazionale di scienziati ha creato quella che è stata descritta come la più grande mappa mai vista della materia oscura, che copre un quarto del cielo dell'emisfero meridionale. Lavorando al progetto, i ricercatori del Dark Energy Survey (DES) hanno analizzato oltre 100 milioni di galassie e, utilizzando il telescopio Victor M. Blanco, hanno anche esaminato il modo in cui la luce viaggia in queste galassie.

Come riporta la BBC, gli esperti ritengono che la presenza di materia oscura possa piegare i raggi di luce che arrivano verso il nostro pianeta. Usando una tecnica chiamata lente gravitazionale, gli astronomi hanno calcolato come la gravità possa distorcere la luce e hanno ottenuto un'immagine della materia visibile e invisibile.
"La maggior parte della materia nell'universo è materia oscura. È una vera meraviglia vedere queste vaste formazioni nascoste in un'ampia porzione del cielo notturno", ha affermato il dott. Niall Jeffrey dell'University College di Londra, uno dei partecipanti alla ricerca.
I risultati del loro progetto hanno lasciato i ricercatori sorpresi, poiché la mappa ha mostrato che la materia oscura è diffusa in maniera più uniforme, il che sembrerebbe contraddire la teoria della relatività generale di Albert Einstein.
Il professor Carlos Frenk dell'Università di Durham, che, insieme ad altri scienziati, ha sviluppato l'attuale teoria cosmologica, ha affermato di avere sentimenti contrastanti sul valore della mappa.
"Ho passato la vita a lavorare su questa teoria e il mio cuore mi dice che non voglio vederla collassare. Ma il mio cervello mi dice che le misurazioni erano corrette, e dobbiamo considerare la possibilità di una nuova fisica", ha detto.
Buco nero assorbe una stella - Sputnik Italia, 1920, 24.04.2021
Scienziati scoprono il buco nero più vicino alla Terra
Il dottor Niall Jeffrey ei suoi colleghi affermano che l'osservazione di queste formazioni aiuterà gli scienziati a rispondere a domande fondamentali, incluso di cosa è fatto l'universo.
Ma altri, come il Prof. Ofer Lahav, dell'University College di Londra, hanno una visione più conservatrice.
"La grande domanda è se la teoria di Einstein è perfetta. Sembra superare ogni prova ma con alcune deviazioni qua e là. Forse l'astrofisica delle galassie ha solo bisogno di qualche ritocco. Nella storia della cosmologia ci sono esempi in cui i problemi sono andati via, ma anche esempi di quando il pensiero è cambiato. Sarà affascinante vedere se l'attuale 'tensione' nella cosmologia porterà a un nuovo cambio di paradigma ", ha detto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала