Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, Di Maio a Tripoli con Commissario Ue per sostenere pace, sicurezza e ripresa economica

© account Twitter Commissario VarhelyiDi Maio a Tripoli con Commissario Ue
Di Maio a Tripoli con Commissario Ue - Sputnik Italia, 1920, 28.05.2021
Seguici su
Prima visita ufficiale di un Commissario Ue dall’insediamento del governo di unità nazionale del premier Abdul Hamid Dbeibah. Di Maio sottolinea come la visita testimoni la sensibilizzazione portata avanti dall’Italia nei confronti dell’Europa per un impegno a favore di pace, stabilità politica e ripresa economica della Libia.
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è recato oggi a Tripoli, in Libia, insieme all’omologo maltese, Evarist Bartolo, e al Commissario Ue per l’Allargamento e il Vicinato, Oliver Verhelyi, che ha parlato dell’”inizio di una rinnovata partnership” tra Unione europea e Libia.
“Pace, stabilità politica e ripresa economica sono i punti cardine su cui stiamo sensibilizzando anche l'Europa. E la missione di oggi a Tripoli, con la presenza del Commissario Olivér Várhelyi e del collega maltese Evarist Bartolo, lo testimonia”, ha scritto Di Maio al suo rientro da Tripoli.
I ministri e il Commissario hanno incontrato il premier Dbeibah insieme alla ministra degli Esteri, Najla Mangoush, e al ministro dell’Interno, Khaled Mazen, con cui hanno discusso del processo di stabilizzazione, del rilancio economico del paese e della questione migratoria.
Nella conferenza stampa tenuta al termine dell’incontro, il Commissario Ue ha sottolineato che la riapertura dei giorni scorsi della sede a Tripoli della rappresentanza Ue e la visita di oggi “sono segnali molto importanti da parte dell’Ue”, auspicando che siano “solo i primi passi” verso “nuova partnership, simile a quella che abbiamo con i nostri vicini”. A questo riguardo, Verhelyi ha ricordando “la nuova ambiziosa Agenda per il Mediterraneo” messa a punto dall’Ue.

“Vorremmo che la Libia facesse parte di questa partnership comune che abbiamo creato per l’intera regione. Per questo sono qui oggi. Abbiamo condiviso le nostre idee e abbiamo analizzato le principali sfide”, ha detto il Commissario.

E se la Libia sta riconquistando stabilità e sicurezza, ha aggiunto, queste sono minate dai flussi migratori illegali, una sfida comune su cui l’Ue è pronta a collaborare, come dimostrato dal fatto che "siamo venuti qui con i nostri partner, Italia e Malta, i due Stati membri più vicini geograficamente alla Libia".
“Stabilizzare la Libia significa anche rafforzare la sicurezza del nostro Paese e quindi di tutta l’Europa, fermando i flussi migratori irregolari”, ha confermato Di Maio.
Da parte sua, la ministra degli Esteri libica Mangoush ha riferito di un “incontro a tutto tondo e diverso sulla migrazione illegale” riferendo di un accordo per “garantire la sicurezza dei confini meridionali con il sostegno dell’Ue”.
Lunedì premier libico a Roma
Al suo rientro a Roma, Di Maio ha annunciato che lunedì prossimo, in occasione della visita a Roma di una delegazione libica guidata dal premier Dbeibah, si terrà “un business forum alla Farnesina con le imprese top player di riferimento che si confronteranno con le istituzioni libiche”.

Nuove opportunità per le nostre imprese e prospettive di sviluppo per la Libia, un connubio che ci permetterà di fare altri passi in avanti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала