Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Siria, Borrell contesta le elezioni presidenziali: non soddisfano criteri del voto democratico

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy / Vai alla galleria fotograficaLe elezioni presidenziali in Siria
Le elezioni presidenziali in Siria - Sputnik Italia, 1920, 27.05.2021
Seguici su
L'alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza contesta la legittimità delle elezioni presidenziali tenutesi in Siria.
Il capo della politica estera dell'UE, Josep Borrell, non riconosce la legittimità delle elezioni presidenziali tenute mercoledì in Siria e ritiene che il voto né soddisfa i principi di democraticità né contribuisce al processo di pace.
"Le elezioni che si sono svolte in Siria il 26 maggio non hanno soddisfatto nessuno dei criteri di un voto autenticamente democratico, non contribuiscono alla soluzione del conflitto", ha affermato in una nota.
Borrell sottolinea la necessità che le elezioni in Siria si svolgano all'interno di un "autentico processo politico", in base a quanto previsto dalla risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Aggiunge che il voto può essere credibile solo se si tiene in un ambiente neutrale, in una competizione politica libera ed equa, con la partecipazione di tutti i siriani, compresi i profughi e i membri della diaspora.
"L'Ue ritiene che le elezioni di ieri minino gli sforzi per trovare una soluzione sostenibile al conflitto siriano. Non può portare a nessuna misura di normalizzazione internazionale con il regime siriano", ha continuato il capo della diplomazia europea.
Conferma da parte dell'UE la disponibilità a sostenere un voto libero ed equo sotto la supervisione delle Nazioni Unite secondo "secondo i più elevati standard internazionali di trasparenza e responsabilità".
Le elezioni presidenziali in Siria si sono tenute mercoledì 26 maggio. I 12 mila seggi sono rimasti aperti sino alle ore 19 ora locale. Il presidente Assad e la moglie hanno votato nella città simbolo di Douma. Diversi osservatori internazionali dalla Russia e dagli Usa hanno monitorato il processo elettorale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала