Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Matteo Bassetti a Sputnik: “mascherine all’aperto? Ridicolo e anacronistico”

© Sputnik . Natalia Seliverstova / Vai alla galleria fotograficaTuristi in spiaggia
Turisti in spiaggia - Sputnik Italia, 1920, 26.05.2021
Seguici su
In Italia sta per partire la stagione balneare assieme al caldo estivo, ma tuttora i cittadini hanno l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. Il Belpaese è fra i pochi Stati in Europa ad imporre tale regola.
Quando verrà sospeso finalmente tale obbligo? Non c’è una data precisa, ma stando alle dichiarazioni del coordinatore del Cts Franco Locatelli si parla del mese di luglio o addirittura di agosto. Sputnik Italia ha raggiunto per un’intervista Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova.
© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 26.05.2021
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
— Secondo il Cts le mascherine vanno tuttora indossate all’aperto. Lei su facebook in diversi post ha scritto che sarebbe ora di togliere i dispositivi di protezione all’aperto soprattutto per chi è vaccinato. Matteo Bassetti, ci spieghi per favore la sua posizione in merito.
Le mascherine all’aperto hanno un senso limitato, anzi direi che ne hanno molto poco. Potevano avere un senso quando non avevamo alcuno strumento per combattere il virus. Oggi invece abbiamo una buona parte della popolazione italiana di vaccinati, cioè 22 milioni di cittadini su 60 milioni. In alcuni contesti particolari usare le mascherine non ha senso: per esempio in spiaggia, in una passeggiata. Mi deve spiegare qual è il razionale dell’utilizzo della mascherina in quel contesto. Diventa ridicolo nei confronti del resto dell’Europa. Non mi pare che ci siano tanti altri Paesi che obbligano la gente in spiaggia a mettersi la mascherina.
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 25.05.2021
Covid, Sileri: In estate via le mascherine all'aperto nei luoghi senza assembramento
— L’Italia effettivamente sarebbe fra i pochissimi Paesi dove c’è l’obbligo della mascherina all’aperto, giusto?
Forse l’unico. Noi abbiamo avuto una gestione ideologica della pandemia. Purtroppo il nostro ministro della sanità ha fatto più ideologia politica che non scienza, questo è un peccato. Oggi viene al pettine un nodo importante: la politica, in particolare il ministro alla Salute, ha contrapposto divieti e decreti, oggi si vedono i risultati. Con i decreti e i divieti non vai da nessuna parte. Si deve aiutare la gente a capire come proteggersi dando delle misure precise, dicendo che cosa serve e che cosa no: i vaccini da una parte, la mascherina al chiuso. In Italia ha prevalso la visione ideologica della pandemia nella gestione dell’emergenza. Da domenica si apre la stagione balneare in tutta Italia, per la legge italiana io devo andare in spiaggia con la mascherina.
— Quale messaggio si lancia in questo modo, soprattutto ai turisti?
È un messaggio sbagliato e io credo che un turista faccia bene se decide di non andare in vacanza in Italia, ma in Spagna o in Grecia. Se queste sono le misure con cui cerchiamo di attirare i turisti, fanno bene a scegliere un altro Paese.
Diverse mascherine - Sputnik Italia, 1920, 25.05.2021
Covid, italiani affezionati alla mascherina: sette su dieci continueranno ad usarla anche in estate
— La possibilità di contrarre il virus all’aperto è molto bassa, non è vero?
La possibilità di contagio all’aperto è vicina allo zero. Non ha senso all’aperto la mascherina.
— Possiamo dire che tutte queste misure restrittive, ivi compresa la mascherina all’aperto, creano un clima di continuo terrore e incertezza?
Io vedo un clima di contrapposizione oltre tutto: fra chi oggi per sentirsi più sicuro vuole mettere la mascherina anche quando guida l’automobile da solo o quando è sul cucuzzolo della montagna senza altra gente vicino, e questo lo fa perché qualcuno gliel’ha detto; e chi giustamente la mascherina se la mette quando serve. In questo è mancato molto il Ministero, perché non è stato in grado di dare delle informazioni corrette alla gente. Noi in Italia abbiamo difeso la mascherina e non siamo stati in grado di difendere i vaccini. È una cosa allucinante. Stiamo difendendo la mascherina all’aperto e non siamo riusciti a difendere il vaccino di AstraZeneca. La responsabilità è di chi ha preferito difendere la mascherina.
— Che cosa intende con “non saper difendere i vaccini”?
Il Ministero avrebbe dovuto secondo me fare una campagna informativa diversa rispetto a quella che ha fatto. Bisognava andare a parlare alla gente, non ho visto spot televisivi né spot sui giornali né sui social in cui ci si metteva la faccia dicendo che i vaccini salvano la vita. Ho visto fare un’informazione di questo tipo quando si diceva di stare a casa l’anno scorso, ma non quest’anno con i vaccini.
— Perché secondo lei si continua con l’obbligo della mascherina all’aperto? C’è chi parla addirittura di agosto per sospendere tale obbligo…
Io non glielo so dire. Ripeto, è una visione ideologica di una certa parte politica nella gestione della pandemia. Non mi trovo in questa gestione perché c’è tanta politica e poca scienza. E quando nella gestione della pandemia entra la politica ed esce la scienza si fanno i danni. È un danno della politica, la scienza si mette sotto al controllo dei politici e alla fine la scienza dice ciò che la politica vuole sentirsi dire. Non è più scienza libera. Portare la mascherina all’aperto è assolutamente ridicolo e anacronistico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала