Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ex funzionario Dipartimento di Stato si aspetta normalizzazione Russia-USA dopo vertice Putin-Biden

© Sputnik . Aleksey Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaBiden e Putin
Biden e Putin - Sputnik Italia, 1920, 26.05.2021
Seguici su
Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il Presidente russo Vladimir Putin dovrebbero gettare le basi per la normalizzazione delle relazioni USA-Russia al loro imminente vertice a Ginevra, ha detto a Sputnik Howard Stoffer, ex funzionario dei servizi esteri del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.
"Penso, che i russi e gli americani in genere vadano d'accordo. Ora dobbiamo solo risolvere tutta questa serie di problemi. Ed è quello che penso che questo vertice sarà, il primo passo per farlo", ha detto a Sputnik Stoffer, ex funzionario dei servizi esteri del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, ex direttore dell'antiterrorismo delle Nazioni Unite ed ora professore associato presso l'Università di New Haven.
Martedì la Casa Bianca ha annunciato che i due leader terranno un vertice a Ginevra il 16 giugno, in quello che sarà il loro primo incontro di persona da quando Biden è entrato in carica.
Stoffer ha detto di aspettarsi un chiaro miglioramento delle relazioni russo-statunitensi e ha ricordato il buon rapporto che aveva con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e l'ex ambasciatore russo a Washington Sergei Kislyak.

"Ho lavorato con Lavrov e ho lavorato con Sergei Kislyak. Voglio dire, conosco tutte queste persone da quando non erano dove sono adesso. Andavamo tutti d'accordo. Fondamentalmente ci piacevamo", ha detto Stoffer.

L’ex alto funzionario sostiene che l'imminente vertice di Ginevra potrebbe essere un'altra buona occasione per Washington e Mosca di individuare aree in cui è possibile trovare un terreno comune. Questo processo è stato già avviato da Lavrov e dal Segretario di Stato americano Antony Blinken durante il loro primo incontro di persona a margine della dodicesima riunione ministeriale del Consiglio artico a Reykjavik, in Islanda, lo scorso 20 maggio.
© Ministero Esteri Federazione Russa  / Vai alla galleria fotograficaBlinken e Lavrov a Reykjavik
Blinken e Lavrov a Reykjavik - Sputnik Italia, 1920, 26.05.2021
Blinken e Lavrov a Reykjavik
Commentando la scelta del luogo per il vertice Putin-Biden, Stoffer ha messo in guardia dal non leggere troppo tra le righe in esso.
"L'importante è che si incontrino e non lo facciano in un luogo che potrebbe pregiudicare l'uno o l'altro. Non si incontrano a Parigi e non si incontrano a Minsk, sai, si incontrano in un posto che è un po' neutrale e questo è ciò che è importante", ha detto a Sputnik.
Il Cremlino si aspetta che Putin e Biden discuteranno in quella occasione questioni quali la stabilità strategica e le stesse relazioni USA-Russia. La Casa Bianca ha affermato che l'Ucraina, la Bielorussia, il Nuovo START e l'Iran sarebbero all'ordine del giorno.
"Lo scopo di questi incontri è solo capirci l'un l'altro e vedere quanto possiamo essere d'accordo e poi fare alcuni passi avanti", ha detto Stoffer a Sputnik, aggiungendo che "non ci stiamo muovendo verso il confronto. E questa è la cosa più importante in un mondo in cui le armi nucleari possono ucciderci tutti".
All'inizio di questo mese, Lavrov aveva elogiato l'approccio costruttivo di Blinken ai recenti negoziati a Reykjavik e affermato che Russia e Stati Uniti, in quanto due maggiori potenze nucleari, hanno una responsabilità speciale per il mantenimento della stabilità strategica e della sicurezza internazionale. Senza un vero e proprio dialogo russo-statunitense, sarebbe molto difficile per la comunità globale affrontare sfide e minacce internazionali e risolvere i conflitti regionali, ha affermato Lavrov.

Prospettive di riunioni future

Alla domanda sulle prospettive di futuri incontri di alto livello tra Russia e Stati Uniti, Stoffer ha detto che si aspetta che Putin e Biden si incontrino al G20 e all'inizio del 2022, nonché, se l’incontro di Ginevra andrà come serato, al Russia potrebbe rientrare nel G7 facendolo tornare ad essere il G8 e aumentare le possibilità di contatto.
Secondo Stoffer gli incontri di massimo livello tra le due superpotenze sarebbero essenziali perché i ministri degli Esteri non possono risolvere tutto loro e ha sostenuto che esisterebbe ora una sostanziale differenza di approccio di Washington verso la Russia, rispetto all'amministrazione di Donald Trump.
"Torniamo a un tipo normale di discussione. Trump non era un esperto di scambi diplomatici. E penso che Biden sia ‘in giro’ da molto tempo. Come Putin. Si capiscono. Non sono novellini. E sarà importante per loro rivedersi come leader", ha detto Stoffer.
In conclusione Stoffer ha ricordato che da un tale vertice potrebbero sortire buone indicazioni per contenere anche il conflitto Israelo-Palestinese. Egli sostiene che la Russia potrebbe mediare per Gaza, viste invece le pessime relazioni degli Stati Uniti con Hamas.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала