Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Piano Estate, sei scuole su dieci hanno presentato la candidatura per i Pon

© AP Photo / Alessandra TarantinoLezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia
Lezione in una delle scuole a Roma dopo la riapertura, Italia - Sputnik Italia, 1920, 25.05.2021
Seguici su
Quasi 5.900 istituti scolastici, per lo più statali, hanno presentato la propria candidature per i progetti estivi di approfondimento. In scadenza oggi la presentazione delle domande per le aree ad alta dispersione scolastica e povertà educativa.
Al via il Piano estate per le scuole, che permetterà agli studenti di recuperare e approfondire le discipline curriculari, da italiano a matematica fino alle competenze informatiche, durante le vacanze estive.
Sono già 5.888 le candidature per ottenere i fondo Pon inviate al ministero dell'Istruzione. La maggior adesione arriva dalle scuole pubbliche, 5.162 candidature su un totale di circa 8 mila, poi 667 paritarie e 59 centri di istruzione per gli adulti.
In totale il valore delle somme richieste è di circa 400 milioni di euro a fronte di 320 milioni disponibili per i Pon. A questi si aggiungeranno altre risorse per un totale di 510 milioni. La maggior parte dei fondi è richiesta per i moduli di potenziamento linguistico e informatico e per le competenze di italiano e materie Stem.
Entro la prossima settimana verranno pubblicate le graduatorie a cui farà seguito l'assegnazione delle risorse agli istituti, che avranno tempo fino ad oggi, martedì 25 maggio, per presentare le candidature per i progetti riguardanti le aree ad alta dispersione scolastica e quella caratterizzata da povertà educativa.
"“Da parte delle scuole c’è stata una partecipazione davvero importante. C’è voglia di ripartire e c’è voglia di farlo mettendo al centro le ragazze e i ragazzi", ha commentato il ministro Patrizio Bianchi, secondo quanto riporta Orizzonte Scuola.
"I fondi europei che abbiamo messo a disposizione in particolare per le aree più fragili del Paese - prosegue il ministro - possono essere utilizzati nei prossimi mesi per recuperare la socialità persa a causa dell’emergenza sanitaria, per potenziare competenze, per cominciare a costruire un ponte verso il prossimo anno. Stiamo lavorando intensamente per una scuola post-pandemia, più accogliente, inclusiva, affettuosa. Lavoriamo per un nuovo inizio. E ringrazio tutte le scuole, il personale, per l’impegno che stanno mettendo anche in questo nuovo capitolo”.
Il Ministero ha predisposto una pagina web in continuo aggiornamento sulle notizie, materiali e documenti relativi al piano Estate, inoltre accompagnerà le scuole con appositi strumenti di supporto, dai webinar all’help desk.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала