Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pechino smentisce casi di malattia tra dipendenti laboratorio di Wuhan nel novembre 2019

 Wuhan - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2021
Seguici su
Il ministero degli Esteri cinese ha smentito oggi le notizie circolate sui media statunitensi secondo cui tre dipendenti dell'Istituto di virologia di Wuhan si sarebbero ammalati gravemente proprio prima dello scoppio del Covid-19.
Il Wall Street Journal aveva riferito nel fine settimana, citando dati dell'intelligence, che tre dipendenti del laboratorio di Wuhan erano così malati nel novembre 2019, da essere costretti a cercare assistenza medica, fatto che, secondo il giornale, dovrebbe supportare l'ipotesi che il il virus potrebbe aver avuto origine in Cina.
"L'Istituto di virologia di Wuhan ha rilasciato una dichiarazione il 23 marzo di quest'anno, in cui si afferma che l'Istituto non ha riscontrato alcun caso della nuova infezione da coronavirus fino al 30 dicembre 2019. La dichiarazione afferma che, a partire dal 23 marzo, nel 2021, nessun dipendente dell'Istituto aveva contratto il coronavirus. Pertanto, la pubblicazione sulla malattia di tre dipendenti dell'Istituto di virologia di Wuhan è assolutamente falsa", ha detto il portavoce del dicastero diplomatico di Pechino Zhao Lijian in una conferenza stampa.
Il primo caso di Covid-19 è stato segnalato nel dicembre 2019 a Wuhan, città della provincia cinese orientale di Hubei. L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha incolpato la Cina dello scoppio della pandemia.
A maggio esponenti repubblicani vicini ai servizi di intelligence avevano dichiarato di aver trovato "prove circostanziali" che il virus potrebbe essere fuoriuscito dal laboratorio di Wuhan. Le ragioni principali di questa conclusione si basavano sui sintomi mostrati dai dipendenti malati del laboratorio, simili a quelli successivamente riscontrati nei pazienti di Covid, così come sul fatto che il laboratorio di Wuhan era collegato all'esercito cinese.
Президент США Дональд Трамп - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Trump e la causa da 22 milioni di dollari per aver chiamato COVID 'China Virus' e 'Kung Flu'
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha inviato diverse missioni di inchiesta a Wuhan e in marzo ha pubblicato un rapporto completo che concludeva che la fuoriuscita del virus dal laboratorio era "estremamente improbabile". Gli esperti dell'Oms hanno inoltre concluso che il virus è stato trasmesso all'uomo da animali che potrebbero aver consumato pipistrelli infetti.
Gli Stati Uniti ed altri 13 Paesi hanno rilasciato una dichiarazione congiunta mettendo in dubbio l'accuratezza del rapporto dell'Oms, chiedendo in aggiunta un'indagine "trasparente e indipendente" sulle origini del coronavirus SARS-CoV-2.
Le speculazioni sull'origine legata al laboratorio del coronavirus Covid-19 sono state ripetutamente respinte da Pechino, con il governo che ha denunciato le accuse come politicizzate e ha chiesto che altre teorie fossero indagate, in particolare quelle che suggerirebbero che il virus potrebbe essere nato al di fuori della Cina, in luoghi come la base militare di Fort Detrick nel Maryland.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала