Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'iceberg più grande del mondo potrebbe galleggiare nell'Atlantico per anni

© AFP 2021L'iceberg A76 in Antartide
L'iceberg A76 in Antartide - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2021
Seguici su
L'iceberg più grande del mondo potrebbe andare alla deriva nell'oceano per anni prima che si divida e si sciolga. Gli scienziati si aspettano che il gigantesco pezzo di ghiaccio si sposti verso l'Atlantico meridionale, ma si muoverà lentamente.
L'iceberg A-76, che è più grande dell'isola spagnola di Maiorca (con una superficie di 3640,11 km2) ed è 40 volte più grande dell'area di Parigi, è stato rilevato per la prima volta da un gruppo di scienziati del British Institute of Antarctic Prospecting. Il National Ice Center degli Stati Uniti ha confermato la sua esistenza come risultato delle immagini catturate dal satellite Sentinel 1A dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA).
Mentre gli iceberg spesso si separano dalle calotte glaciali dell'Antartide, la regione dalla quale si sta staccando l'A-76 ha subito relativamente pochi cambiamenti negli ultimi decenni, ha spiegato lo scienziato dell'ESA Mark Drinkwater.
"È diventato un caso iconico, ovviamente, e otterrà molta attenzione", afferma lo specialista dell'isola di ghiaccio di 4.320 km2. Nel corso del tempo, l'A-76 lascerà il Mare di Weddell al largo dell'Antartide e avanzerà verso l'Atlantico meridionale, ma questa rotta potrebbe richiedere anni, ha detto Drinkwater.
"Abbiamo visto iceberg che possono durare fino a 18 anni e sono stati rintracciati in tutto l'Antartide se rimangono in acque relativamente fredde. Ma è probabile che, una volta lasciato il Mare di Weddell verso l'Atlantico meridionale, si disintegrerà abbastanza rapidamente", ha continuato lo scienziato citato da Phys.org.
Paesaggio dell'Antartide - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Antartide, si stacca l'iceberg più grande del mondo: le immagini riprese dal satellite
L'iceberg A-68, di dimensioni ancora maggiori e staccatosi dalla piattaforma di ghiaccio Larsen C dell'Antartide nel 2017, è scomparso nel 2021. I satelliti hanno aiutato gli scienziati a tenere traccia di quei cambiamenti nel continente ghiacciato che altrimenti passerebbero inosservati, afferma Drinkwater.
"Il continente che tutti credono sia una parte congelata e benigna del mondo, che non cambia mai, è in realtà molto dinamico", ha sottolineato lo specialista.
La crescente caduta di ghiaccio in alcune parti dell'Antartide, monitorata dallo spazio negli ultimi 30 anni, può essere attribuita al cambiamento climatico, ha aggiunto.
Le piattaforme di ghiaccio del continente spesso perdono grandi pezzi che finiscono in mare anche quando si forma nuovo ghiaccio nell'entroterra, un processo che Drinkwater ha paragonato a un conto bancario presso il quale vengono costantemente effettuati depositi e prelievi.

"Parti dell'Antartide sono arretrate nei loro 'pagamenti', e questo è in gran parte una conseguenza dell'aumento delle temperature o delle grandi frane in cui il ghiaccio è stato perso e le piattaforme ghiacciate sono state destabilizzate. Il clima è responsabile di questi cambiamenti. E a lungo termine, ovviamente, avrà conseguenze di vasta portata in varie località dell'Antartide", ha affermato Drinkwater.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала