Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid India, superati i 300.000 decessi

© REUTERSPaziente Covid in un ospedale in India
Paziente Covid in un ospedale in India - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2021
Seguici su
Il paese ha registrato un leggero calo nel numero di infezioni giornaliere, ma il numero dei morti continua a salire, e gli esperti temono che i numeri reali superino di gran lunga la cifra registrata ufficialmente.
L'India ha annunciato lunedì di aver superato i 300.000 decessi per coronavirus, diventando così il terzo paese nel mondo, dopo USA e Brasile, a superare questa soglia, mentre cerca di fronteggiare l'enorme ondata di infezioni.
La nazione asiatica ha toccato record di infezioni e morti giornaliere nelle ultime settimane, ritrovandosi con un sistema sanitario al completo collasso. Il bilancio attuale dei decessi è di 303.720, mentre gli infetti hanno superato i 26,7 milioni, secondo i dati del ministero della Salute.
Nelle ultime 24 ore, l'India ha registrato 4.454 decessi da Covid, il secondo numero più alto dopo il record di 4.529 di mercoledì scorso.
Malati di COVID-19 ricoverati nelle terapie intensive dell'ospedale Sacra Famiglia di Nuova Delhi in India - Sputnik Italia, 1920, 19.05.2021
Covid in India, record di morti: più di 4.500 in un giorno
L'aumento delle morti arriva in concomitanza con un lieve calo dei contagi nelle principali città, come nella capitale Nuova Delhi e Mumbai, nelle quali sono stati imposti severi blocchi per cercare di limitare la circolazione delle persone in modo da alleviare l'afflusso alle strutture mediche e cercare di contenere la diffusione.
"Le morti registreranno sempre un ritardo nel numero dei casi totali: le persone a cui è stata diagnosticata l'infezione ora andranno in ospedale, e poi un piccolo numero di loro morirà, ma sarà più tardi", ha detto lunedì a AFP Gautam Menon, professore di biologia dell'Università di Ashoka.
Molti esperti ritengono inoltre che i numeri reali siano molto più elevati, dal momento che la malattia si sta diffondendo in aree rurali che ospitano circa il 70% della popolazione indiana, e dove il sistema sanitario è molto limitato o addirittura assente.
In questa fotografia aerea scattata il 5 maggio 2021, le pire funerarie delle vittime di Covid-19 in un terreno di cremazione lungo le rive del fiume Gange, a Garhmukteshwar, India - Sputnik Italia, 1920, 16.05.2021
Covid India, cadaveri smaltiti nei fiumi, esperti ambientali molto preoccupati
L'improvvisa ondata di infezioni in India ha causato una grave carenza nell'approvvigionamento di cure e ossigeno, una saturazione degli ospedali e dei posti letto, tanto che molti pazienti vengono respinti dalle strutture perché non in grado di offrire le cure necessarie. Sono anche state istituite enormi luoghi di cremazione per i cadaveri, troppi da smaltire nei centri usati di solito, tanto che sono stati riportati anche molti corpi scaricati nei fiumi e nel Gange.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала