Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Presidente Consiglio Europeo dice sì a discussione eventuali sanzioni contro Bielorussia

© AP Photo / Virginia MayoIl presidente del Consiglio Europeo Charles Michel
Il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha accettato di discutere le conseguenze della vicenda capitata all'aereo di Ryanair costretto ad un atterraggio di emergenza a Minsk e le possibili sanzioni contro la Bielorussia al prossimo vertice UE di domani, ha annunciato oggi il suo portavoce ufficiale Barend Leyts.
"Il presidente del Consiglio Europeo porrà domani la questione dell'atterraggio forzato del volo Ryanair a Minsk. In questa occasione verranno discusse le conseguenze e le possibili sanzioni", ha twittato Leyts.
In precedenza il premier polacco Mateusz Morawiecki ha dichiarato di aver richiesto di includere la questione delle sanzioni immediate alla Bielorussia nell'agenda della riunione, incluso il divieto alle compagnie aeree bielorusse di utilizzare .lo spazio aereo della Ue.
Oggi l'ufficio stampa dell'aeroporto nazionale di Minsk ha riferito a Sputnik che un aereo Ryanair del volo Atene-Vilnius ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Minsk per la minaccia di una bomba a bordo, che in seguito si è rivelata falsa. Un jet da combattimento è stato allertato per scortare l'aereo. Successivamente è stato riferito che Roman Protasevich, fondatore del canale Telegram "Nexta", etichettato come estremista da Minsk, è stato arrestato durante la sosta all'aeroporto. L'attivista potrebbe rischiare fino a 15 anni di carcere.
L'aereo è stato poi autorizzato al decollo da Minsk domenica sera ed è arrivato a Vilnius alle 19.27 dell'orario italiano. L'aeroporto di Minsk ha insistito sul fatto che la decisione di atterrare in Bielorussia è stata presa dal capitano Ryanair e conformemente al diritto internazionale.
Nel 2013 l'aereo dell'allora capo di Stato della Bolivia Evo Morales era stato preso in gestione dall'Austria per compiere un atterraggio di emergenza per volere degli Stati Uniti, durante la caccia alla "talpa" della National Security Agency Edward Snowden. Tuttavia l'ex collaboratore della NSA non era a bordo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала