Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le 161 banche dati che l’Agenzia delle Entrate usa per monitorare gli italiani

© Sputnik . Vladimir Trefilov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
L'Agenzia delle Entrate può contare su di una enormità di dati con cui controllare il contribuente, ma spesso i dati a sua disposizione non li utilizza al meglio. Ecco cosa potrebbe accadere se lo facesse.
Secondo la Cgia di Mestre, l’Agenzia delle Entrate ha a sua disposizione 161 banche dati attraverso cui può controllare i nostri movimenti patrimoniali, e calcolare quanto abbiamo dichiarato e l’eventuale discrepanza rispetto a quanto non abbiamo dichiarato.
Con una “forte vena provocatoria”, la Cgia mette in luce in uno studio come i cittadini italiani sono monitorati dal Fisco in tutto (o quasi) quello che fanno da un punto di vista patrimoniale.
“Quotidianamente, infatti, l’Amministrazione Finanziaria riceve e cataloga miliardi di dati di ogni genere che, però, solo in piccola parte riesce a “utilizzare”, in particolar modo, per contrastare con successo uno dei principali problemi che affliggono il nostro Paese: l’evasione fiscale”, scrive la Cgia.

Stato di polizia fiscale?

La Cgia però rassicura che non viviamo in uno stato di polizia fiscale, l’obiettivo del Sistema Informativo della Fiscalità (SIF) non è quello del monitoraggio asfissiante.
Però la Cgia il sassolino dalla scarpa se lo toglie, e scrive:
“Ma chi è “targato” soffre di una oppressione fiscale che non ha eguali nel resto d’Europa; mentre chi “sguazza” nell’economia sommersa ha pochissime possibilità di essere sanzionato”.

Dati per elaborare politiche fiscali

I dati, va detto, servono anche ad altro. L’Agenzia delle Entrate li usa per “elaborare analisi economiche e statistiche molto complesse, stimando gli effetti delle politiche fiscali in corso in uno scenario caratterizzato da fenomeni sempre più interconnessi.
Modello 730 precompilato - Sputnik Italia, 1920, 10.05.2021
Agenzie delle Entrate, on line il modello precompilato 2021 per la dichiarazione dei redditi
Ma si fa notare che, se l’evasione fiscale in Italia è stimata in 100 miliardi e danneggia chi le tasse le paga, forse è il caso di cominciare a leggerli adeguatamente dice la Cgia:
“Se l’evasione fiscale è uno dei principali problemi del Paese, è evidente che questi strumenti dovrebbero costituire il cassetto degli attrezzi indispensabile per costruire un fisco più giusto e più equo…”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала