Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giovanni Falcone, Mattarella a Palermo in ricordo della strage di Capaci

© Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica / Francesco AmmendolaIl Presidente Sergio Mattarella al carcere dell’Ucciardone,in occasione della cerimonia commemorativa dell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio.
Il Presidente Sergio Mattarella al carcere dell’Ucciardone,in occasione della cerimonia commemorativa dell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio.
 - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
Avviato anche un progetto di design urbano per riportare la memoria nei luoghi simbolici del riscatto civile.
Il 23 maggio 1992, l'attentato sull'autostrada Palermo-Mazara del Vallo contro il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e la loro scorta: a 29 anni dalla strage di Capaci, diverse iniziative a Palermo in ricordo delle vittime.
La giornata di commemorazione si è aperta con l'Inno di Mameli eseguito dall'orchestra degli studenti del magistrale Regina Margherita, con la presenza di Maria Falcone, sorella del giudice ucciso, del ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese e il capo della Polizia Lamberto Giannini.
Importante anche la partecipazione del capo dello Stato Sergio Mattarella che, assieme a Lamberto Giannini, deporrà la corona d'alloro nell'Ufficio scorte della caserma Lungaro, nei pressi della lapide che ricorda i Caduti degli attentati.
© Sputnik . Clara StatelloIn 70 mila per ricordare Giovanni Falcone
In 70 mila per ricordare Giovanni Falcone - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
In 70 mila per ricordare Giovanni Falcone
Mattarella parteciperà anche all'inaugurazione del progetto urbano "Spazi Capaci/Comunità Capaci", della Fondazione Falcone e del Ministero dell'Istruzione, un piano di design sociale e urbano lungo 3 anni (si concluderà nel 2023, ricorrenza delle stragi di Firenze, Roma e Milano) che prevede la creazione di diverse opere di "memoria 4.0" che partiranno dai luoghi simbolo di Palermo della lotta civile contro la mafia per poi compiere un viaggio attraverso tutto il Paese.
Il ministro della Giustizia Marta Cartabia ha ricordato la figura di Falcone: "Ha insegnato che nella lotta alla mafia non basta perseguire il singolo reato, ma bisogna agire su tutte le articolazioni su cui si radica il potere della mafia: quelle sociali, quelle economiche e quelle che oltrepassano i confini nazionali".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала