Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giornalista di Associated Press denuncia di essere stata licenziata per sostegno alla Palestina

© Sputnik . Mikhail Alaeddin / Vai alla galleria fotograficaUna manifestazione a sostegno di Palestina a Beirut
Una manifestazione a sostegno di Palestina a Beirut - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
La reporter Emily Wilder, dopo aver lavorato per l'Associated Press per due settimane, ha affermato di essere stata licenziata per aver espresso sostegno alla Palestina.
Come raccontato dalla stessa giornalista al britannico Guardian, l'agenzia ha giustificato la decisione sul licenziamento per il fatto che durante il suo lavoro avrebbe violato la politica sui social network. Un rappresentante dell'Associated Press ha indicato al giornale lo stesso motivo.
A sua volta la Wilder ha presentato la sua versione dei fatti sui social network. Ha detto di aver apertamente difeso i diritti umani in Palestina mentre era ancora studentessa all'università Stanford, dove si è laureata lo scorso anno. La giornalista afferma che i sostenitori repubblicani a Stanford hanno lanciato una campagna per screditarla e ha ricevuto molti commenti sessisti, antisemiti e razzisti.

"Ho parlato apertamente con i miei redattori, e mi hanno assicurato che non sarei andata incontro a provvedimenti per il mio precedente attivismo <...> In meno di 48 ore sono stata licenziata da Associated Press", ha twittato la stessa Wilder.

Ha aggiunto che le fanno ribollire il sangue le accuse di antisemitismo, dal momento che lei stessa è di origine ebraica ed è cresciuta nella comunità ebraica.
Secondo la giornalista, l'agenzia non le ha spiegato quali post sui social l'hanno portata al licenziamento. Come osserva il Guardian, questa settimana le piattaforme di destra e conservatrici hanno iniziato a pubblicare storie su Wilder e screenshot di pubblicazioni dalle sue pagine sui social, inclusi post su Facebook che criticano i sostenitori del sionismo. L'associazione di categoria News Media Guild ha fatto sapere di stare indagando le circostanze del licenziamento.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала