Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dua Lipa accusa pubblicità su 'NYT' che la definisce antisemita per il suo sostegno ai palestinesi

© AP Photo / Invision / Joel C RyanDua Lipa
Dua Lipa - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
Prima che giovedì notte venisse stabilito un cessate il fuoco mediato dall'Egitto, le recenti ostilità al confine tra Israele e Gaza avevano causato la morte di 243 persone nella Striscia di Gaza e 12 in Israele.
Sabato la cantante britannica Dua Lipa ha denunciato su Twitter l'organizzazione World Values ​​Network, che ha pagato per un annuncio a tutta pagina sul 'New York Times' in cui viene definita antisemita per aver sostenuto i palestinesi.
La cantante ha detto che il World Values ​​Network ha "spudoratamente" usato il suo nome per "portare avanti la sua terribile campagna con falsità e palesi travisamenti" e che l'organizzazione ha distorto la sua presa di posizione, aggiungendo di respingere "le false e spaventose accuse".
"Rigetto completamente le false e spaventose accuse pubblicate oggi sul 'New York Times' da parte del World Values Network. Questo è il prezzo da pagare per difendere i diritti umani dei Palestinesi contro un governo israeliano accusato per le sue azioni in Palestina di persecuzione e discriminazione da parte di Human Rights Watch e dal gruppo israeliano in difesa dei diritti umani B'Tselem. Io prendo questa posizione perché credo che ognuno - ebreo, musulmano e cristiano - ha il diritto di vivere in pace come cittadino con pari diritti nello Stato che sceglie. Il World Values Network sta spudoratamente usando il mio nome per portare avanti la sua terribile campagna con falsità e palesi travisamenti riguardo chi sono e quello per cui mi batto. Io sto dalla parte di tutti gli oppressi e rigetto ogni forma di razzismo", ha comunicato attraverso una story su Instagram.
L'annuncio in questione è stato redatto dal capo del World Values ​​Network, il rabbino Shmuley Boteach, il quale ha affermato che la pop-star britannica - insieme alle modelle Bella e Gigi Hadid - è una "mega-influencer" che ha "accusato Israele di pulizia etnica" e "denigrato lo Stato ebraico".
Dua Lipa ha sostenuto il popolo palestinese durante il conflitto con Israele. Lei e molti altri artisti, tra cui Rage Against The Machine, Halsey e Rihanna hanno chiesto attivamente la pace durante le recenti ostilità al confine tra Israele e Gaza.
Anche la top model americana Bella Hadid, il cui padre Mohamed è palestinese, è stata recentemente criticata da Israele per essersi unita alla folla scesa in strada a Brooklyn per sostenere i palestinesi di Gaza durante le ostilità.
Il conflitto tra i militanti di Hamas, con sede a Gaza, e Israele si è intensificato il 10 maggio dopo diversi giorni di violenti scontri tra la popolazione araba e la polizia israeliana a Gerusalemme Est in seguito allo sgombero forzato delle famiglie palestinesi. Di conseguenza migliaia di razzi sono stati lanciati contro Israele da Hamas, mentre l'IDF ha lanciato attacchi aerei letali sulla Striscia di Gaza fino a giovedì, quando Israele e Hamas hanno concordato un cessate il fuoco mediato dall'Egitto.
Una manifestazione a sostegno di Palestina a Beirut - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Gaza, persone in strada per celebrare il cessate il fuoco tra Israele e Hamas - Video
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала