Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ambasciatore della Bielorussia convocato da autorità polacche per deviazione volo Ryanair

CC0 / Robert_z_Ziemi / Flag of Poland
Flag of Poland - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2021
Seguici su
L'ambasciatore bielorusso a Varsavia è stato convocato al ministero degli Esteri polacco per la vicenda del volo Ryanair e l'arresto di Roman Protasevich, fondatore del canale Telegram "Nexta", considerato estremista da Minsk. Lo ha comunicato oggi il premier polacco Mateusz Morawiecki all'agenzia stampa locale PAP.
"Non appena ho ricevuto informazioni dalle forze di sicurezza sul dirottamento dell'aereo, ho chiesto al ministro degli Esteri di prendere misure incisive in merito alla questione. L'ambasciatore bielorusso a Varsavia è stato convocato d'urgenza al ministero degli Esteri", ha dichiarato Morawiecki.
Ha sottolineato che la Polonia chiede l'immediata scarcerazione di Protasevich, così come di altri attivisti politici polacchi e bielorussi detenuti, ed ha esortato Minsk a fermare le repressioni contro i media indipendenti e gli attivisti.
All'inizio della giornata Morawiecki aveva lanciato un appello al presidente del Consiglio europeo Charles Michel per includere la questione delle sanzioni d'urgenza contro la Bielorussia nell'ordine del giorno della riunione del Consiglio di domani.
Secondo PAP, Morawiecki avrà colloqui con Michel più tardi nel corso della serata per discutere i dettagli delle sanzioni, in particolare il divieto alle compagnie aeree bielorusse di sorvolo dello spazio aereo della Ue in risposta all'incidente.
Anche il ministro degli Esteri polacco Zbigniew Rau ha chiesto alle autorità bielorusse di rilasciare immediatamente Protasevich.
Protasevich si trovava a bordo di un aereo Ryanair in viaggio da Atene a Vilnius ed è stato arrestato durante la sosta forzata a Minsk. L'aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza per un allarme bomba, che in seguito si è rivelato falso.
Nel 2013 l'aereo dell'allora capo di Stato della Bolivia Evo Morales era stato preso in gestione dall'Austria per compiere un atterraggio di emergenza per volere degli Stati Uniti, durante la caccia alla "talpa" della National Security Agency Edward Snowden. Tuttavia l'ex collaboratore della NSA non era a bordo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала