Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Crisanti: "Immunità di gregge non è certa e comunque non è un obiettivo"

Andrea Crisanti - Sputnik Italia, 1920, 22.05.2021
Seguici su
Per il noto virologo ciò che conta è vaccinare la popolazione più anziana. La prospettiva è comunque quella di un virus endemico.
Per Andrea Crisanti "non è assolutamente certo che si raggiunga un'immunità di gregge contro il Covid".
Questo perché sarà difficile ottenerla se non si vaccinano anche i minori e comunque l'immunità garantita è ancora di durata incerta.
"In ogni caso non è un obiettivo fondamentale, nel senso che anche se non si raggiunge, ma si sfiorano livelli vicini, l'effetto positivo della vaccinazione ci sarà lo stesso", ha detto ad Adnkronos Salute.
il direttore dell'Istituto di microbiologia dell'Università di Padova ritiene invece fondamentale che "si vaccinino gli anziani: così diminuisce la pericolosità sociale della malattia, riducendo casi gravi, morti e pressione sulle strutture sanitarie".
Crisanti vive tra Padova e Londra, posizione privilegiata che gli permette di monitorare la situazione nel Regno Unito dopo la massiva campagna di vaccinazione.

"Qui in Inghilterra hanno vaccinato oltre il 70% della popolazione con una sola dose. E comunque sono cinque mesi e mezzo che i casi sono tanti e l'immunità di gregge ancora non è raggiunta", ha commentato.

In prospettiva per il virologo "andremo necessariamente verso una presenza endemica del virus. Eliminarlo del tutto, a questo punto, è impossibile". Questo perché "è molto difficile eradicare un patogeno, ci siamo riusciti solo per il vaiolo e siamo vicini per la polio. E ci sono voluti decine di anni".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала