Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Consumi degli italiani crollano di 5 mila euro nel 2020 - Studio Confesercenti

© Sputnik . Maksim Blinov / Vai alla galleria fotograficaSpesa in tempo di quarantena
Spesa in tempo di quarantena - Sputnik Italia, 1920, 22.05.2021
Seguici su
Le famiglie italiane nel 2020 hanno speso meno del solito. Vari i fattori dal risparmio forzato dalle chiusure, al venir meno del reddito.
Se da un lato il risparmio degli italiani è salito a 1.700 miliardi di euro come aveva sottolineato alcuni mesi fa anche il presidente della Consob, l’altra faccia della medaglia ci dice che gli italiani nel 2020 hanno speso molto meno.
Confesercenti calcola 123 miliardi di euro di mancate spese, per un calo di circa 5 mila euro a famiglia. Un crollo che viene considerato il peggiore di sempre dal 1948 ad oggi.
L’elaborazione Confesercenti su dati Istat, mostra che la voce di spesa cancellata dagli italiani è quella che riguarda alberghi e ristoranti, dove la spesa si è ridotta per circa 43 miliardi di euro.
In generale sono tutti i settori legati alla socialità e alla mobilità ad aver risentito fortemente della pandemia: trasporti (-33 miliardi di euro); ricreazione e cultura (-16,3 miliardi); moda (-13,2 miliardi); spesa per la salute (-2,3 miliardi).

Le voci di spesa aumentate

Sono però cresciute le spese legate all’ambito domestico e gli alimenti consumati in casa. Sono così aumentati i consumi di prodotti alimentari di 2,8 miliardi di euro.
Mentre il lavoro da casa (smart working) ha fatto lievitare le spese per l’acquisto di servizi di telecomunicazioni e di tecnologia. Per canoni telefonici le famiglie hanno speso 625 milioni di euro in più rispetto al solito. Aumentate anche le spese per acqua, elettricità consumate in ambiente domestico di 1,4 miliardi di euro.

Crollo dei redditi

Il crollo dei redditi nel 2020 si aggira intorno ai -90 miliardi di euro tra lavoro autonomo e lavoro dipendente, ma diminuiscono anche i redditi di capitale di 6,4 miliardi a causa della riduzione dei tassi di interesse.
Banca d'Italia - Sputnik Italia, 1920, 07.07.2020
Banca d’Italia: più d'un terzo famiglie italiane in difficoltà su consumi essenziali
“Un buco recuperato solo parzialmente dalla politica economica con il sostegno fornito attraverso le prestazioni sociali (+37,6 miliardi)”, spiega Confesercenti.

Conseguenze sul sistema Paese

Secondo Confesercenti, l’attuale situazione che si è venuta a creare “avrà conseguenze su tutto il sistema Paese. L’economia della distanza, inoltre, ha messo le ali all’e-commerce e rischia di incidere negativamente sulle attività di prossimità, che rendono vive (e sostenibili) le nostre città”, ha affermato Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti.
Tuttavia, quelle imprese che hanno saputo innestare le tecnologie digitali nella propria attività d’impresa e quei negozi di prossimità che hanno saputo sfruttare il canale digitale come un nuovo canale di vendita, hanno ottenuto risultati che probabilmente cambieranno la mentalità futura dei commercianti. Almeno di quelli che sapranno cogliere il cambiamento in atto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала