Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Consiglio Sicurezza Onu esorta israeliani e palestinesi a pieno rispetto tregua a Gaza

© Padre Gabriel Romanelli Gaza City
Gaza City - Sputnik Italia, 1920, 22.05.2021
Seguici su
Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha esortato le parti a rispettare pienamente il cessate il fuoco nella zona del conflitto israelo-palestinese, si afferma in una nota diffusa dall'ufficio stampa del suddetto organo dell'Onu.
"I membri del Consiglio di Sicurezza hanno accettato con favore l'annuncio sul cessate il fuoco a partire dal 21 maggio e hanno riconosciuto l'importante ruolo dell'Egitto, di altri Paesi della regione, delle Nazioni Unite, del Quartetto del Medio Oriente e di altri partner internazionali relativamente alla tregua raggiunta", si legge nella nota.
I membri del Consiglio di Sicurezza Onu hanno inoltre sottolineato l'urgente necessità di assistenza umanitaria alla popolazione civile palestinese, in particolare a Gaza. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha sostenuto l'appello del segretario generale dell'Onu alla comunità internazionale per cooperare con l'organizzazione nello sviluppo di un pacchetto affidabile di sostegno per una rapida ricostruzione e ripresa della zona martoriata dai bombardamenti.
Luigi Di Maio ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Italia plaude alla tregua tra Hamas e Israele e chiede ripresa negoziati di pace
Il consiglio dei ministri israeliano in una riunione con oggetto la sicurezza dello Stato il 20 maggio ha accettato all'unanimità l'iniziativa dell'Egitto per un cessate il fuoco bilaterale nella zona del conflitto israelo-palestinese senza alcuna condizione. Il consigliere del Politburo di Hamas Taher An-Nono ha fatto sapere a sua volta che il movimento palestinese avrebbe rispettato il cessate il fuoco se anche Israele lo avesse osservato. Il cessate il fuoco è entrato in vigore alle 2 del mattino del 21 maggio.
La situazione al confine tra Israele e la Striscia di Gaza si è aggravata la sera del 10 maggio. Dall'inizio dell'escalation circa 4.300 missili sono stati lanciati dall'enclave palestinese, secondo l'esercito israeliano, circa 640 sono caduti all'interno dell'enclave; Israele ha stimato l'efficacia del sistema di difesa missilistica Iron Dome al 90%. Secondo le ultime informazioni, 12 persone sono state uccise in Israele, più di 50 sono rimaste gravemente ferite. Il numero di palestinesi uccisi nei raid aerei israeliani di rappresaglia ha raggiunto 243, di cui 66 minori; inoltre 1.900 persone sono rimaste ferite.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала