Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Arrestato terrorista del Bardo: "Era a bordo di un barchino diretto in Italia"

© AP Photo / Gareth FullerUn gruppo di migranti intercettati sul Canale della Manica
Un gruppo di migranti intercettati sul Canale della Manica - Sputnik Italia, 1920, 22.05.2021
Seguici su
L'uomo è stato fermato prima della partenza secondo quanto riferiscono i media locali. Ha provato ad imbarcarsi verso l'Italia con un gruppo di connazionali.
Era assieme ad un gruppo di connazionali su un barchino al largo delle coste di Sousse quando è stato arrestato dalla guardia nazionale tunisina. Non un semplice migrante ma uno dei principali accusati per la strage jihadista del 2015 al museo del Bardo a Tunisi.
Eppure, secondo quanto si legge su ilGiornale.it, l'uomo era riuscito a salire su una delle due imbarcazioni fermate la settimana scorsa dalla guardia marittima del Sahel, dirette verso le coste italiane, confondendosi proprio tra i migranti tunisini diretti nel nostro Paese.
L’arresto è stato eseguito la scorsa settimana. A diffondere la notizia sulla stampa locale è stato, riferisce Il Tempo, il segretario generale del sindacato della guardia marittima di Sousse, Karim Balhouch. Anche se l’identità dell’uomo fermato non è stata rivelata.
Polizia di Stato, un agente in una volante - Sputnik Italia, 1920, 22.01.2021
Terrorismo suprematista in Italia: polizia arresta un 22 enne a Savona
Per l’attentato al museo del Bardo e sulla spiaggia di Sousse sono stati condannati all’ergastolo sette jihadisti. In 27, invece, furono assolti, mentre altri partecipanti agli attentati hanno ricevuto condanne che vanno dai sei mesi ai 16 anni. La procura, come riferiva all’epoca La Repubblica, aveva annunciato di voler fare ricorso in appello.
Furono due gli assalitori a fare fuoco all’interno del museo archeologico più importante del Paese il 28 marzo del 2015. Nell’attentato, poi rivendicato dallo Stato Islamico, morirono 24 persone, la maggior parte turisti, fra cui 4 italiani.
Altre 43 persone che si trovavano all’interno della struttura al momento dell’attacco rimasero ferite. I due attentatori, Yassine Laabidi e Jaber Khachnaoui, furono poi neutralizzati dalle forze di sicurezza. Tre jihadisti sono stati invece condannati all’ergastolo nel 2019.
Dal processo è emerso come ci fossero “importanti legami” tra l’attentato al Bardo e quello sulla spiaggia di Sousse, in cui i terroristi falciarono 38 turisti, la maggior parte britannici.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала