Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Hamas avverte Israele che manterrà "le mani sul grilletto" nonostante il cessate il fuoco

© AFP 2021 / HATEM MOUSSAMasked Palestinian Hamas militants display their weapons during a parade in Gaza City. File photo.
Masked Palestinian Hamas militants display their weapons during a parade in Gaza City. File photo. - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Seguici su
Pur avendo accettato il cessate il fuoco proposto dall’Egitto, Ezzat El-Reshiq, un membro dell'Ufficio politico di Hamas, ha esortato Israele a porre fine alle “violazioni a Gerusalemme” e ad affrontare i danni causati dai bombardamenti su Gaza.
Giovedì, il gabinetto di sicurezza del Primo ministro Benjamin Netanyahu ha adottato all'unanimità l'iniziativa egiziana per un cessate il fuoco incondizionato bilaterale tra Israele e Hamas.
"È vero che la battaglia finisce oggi, ma Netanyahu e il mondo intero devono sapere che le nostre mani sono sul grilletto e continueremo a far crescere le capacità di questa resistenza", ha detto alla Reuters El-Reshiq.
Reshiq ha aggiunto che Hamas chiede anche di proteggere la moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme e di fermare lo sgombero delle famiglie palestinesi dalle loro case a Gerusalemme est, una questione che questi ha definito "una linea rossa".
Il ministero degli Esteri israeliano ha indirettamente replicato in una dichiarazione che l'accordo di cessate il fuoco è stato concluso senza precondizioni, permesso anche dai "risultati significativi dell'operazione, alcuni dei quali senza precedenti" delle Forze di difesa israeliane (IDF).
Il cessate il fuoco è stato salutato con favore dal Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, che ha invitato "tutte le parti a osservare" la tregua, che è arrivata dopo un'escalation di ostilità di 11 giorni tra l'IDF e Hamas, la peggiore di queste violenze negli ultimi anni.
Una manifestazione a sostegno di Palestina a Beirut - Sputnik Italia, 1920, 21.05.2021
Gaza, persone in strada per celebrare il cessate il fuoco tra Israele e Hamas - Video
Alla data di ieri, giovedì 20 maggio, 12 persone in Israele erano morte a causa dei razzi di Hamas, con oltre 50 feriti gravi. Tra i palestinesi, secondo i rapporti, ci sono stati almeno 232 morti e oltre 1.900 feriti.
L'escalation è iniziata all'inizio della scorsa settimana, quando più di 600 razzi sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza contro Israele, spingendo l'IDF a reagire.
L’inizio della crisi risale al crescendo di tensioni causate dalla sentenza del tribunale israeliano per lo sfratto di diverse famiglie palestinesi da Gerusalemme. Lunedì scorso, i palestinesi si sono scontrati con le forze di sicurezza israeliane vicino alla moschea di Al-Aqsa mentre la nazione celebrava la Giornata di Gerusalemme, che commemorava la conquista della Città Vecchia da parte di Israele dopo la Guerra dei Sei Giorni del 1967.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала